Passa ai contenuti principali

ROAD TO OSCARS (?)SING





Trama: Buster Moon, koala impresario di un teatro ormai in declino, decide di riportarlo agli antichi fasti tramite un concorso canoro. A presentarsi alle audizioni, complice anche un "piccolo equivoco" saranno davvero in tanti; i finalisti saranno Mike, topolino imbroglione con la voce di Sinatra, Johnny gorilla che grazie alla musica vorrebbe prendere le distanze dalla sua famiglia non proprio onestissima, Meena, elefantina affetta da panico da palcoscenico, Rosita, stremata mailina madre di 25 cuccioli e Ash, porcospina pronta a liberarsi del fidanzato rompiscatole.


Nonostante i bacarospi stiano crescendo alla velocità della luce e fondamentalmente abituati a vedere qualsiasi cosa purchè ovviamente privi di violenza o volgarita' varie, i cartoni animati rimangono i principali destinatari delle nostre escursioni, ahimè sempre più rare, in sala.
Quindi cominciamo questa lentissima, e temo ahimè piuttosto scarna, marcia di avvicinamento agli Oscar con uno dei probabili candidati (lo era già ai Golden Globe) come miglior film di animazione..

Questo ci aveva incuriosito dal primo trailer per l'anima canterina, nonché, lo confesso, per la presenza di un maiale in tutina glitterara intento a gorgheggiare Lady Gaga..vabbè, idiozie a parte ammetto che questa sorta di "X factor" degli animali si è dimostrato davvero una piacevolissima sorpresa.
Primo perchè è si estremamente semplice eppure assai intelligente. Jenning racconta una storia già sentita e declinata in varie maniere evitando finali paraculi ed eccessivamente buonisti.
Senza la classe che contraddistingue un colosso come la Disney debbo ammettere che, dal punto di vista del puro divertimento scaccia pensieri la Illumination, responsabile di quegli adorabili tappotti gialli chiamati Minions, ci sta dando parecchie soddisfazioni.
La verità è che "Sing" fila davvero via meravigliosamente.
Il merito, neanche a dirlo, va ad una colonna sonora assolutamente strepitosa. Ottima la scelta di non "doppiare"le canzoni, in stile Disney...va detto che, data la portata dei brani, avessero fatto una cosa del genere rischiavano davvero rumorose proteste da parte degli spettatori...
Gli ultimi 20 minuti poi farete davvero fatica a stare seduti sulla sedia, amanti del musical o no.
Insomma una storia per piccoli e grandi sognatori perfetta in questi tempi dove i reality vanno davvero un po' troppo di moda. Certo non rimarrà negli annali ma alla fine intrattiene a dovere quindi per questa volta va davvero bene così... Gunther e Rosita coppia dell'anno!



Commenti

  1. A me il cartone deve divertire e trovarmi spensierato, possibilmente non uscendosene con quelle moralette che, tra una cosa e l'altra, trovo sempre molto ruffiane e infantili, Zootropolis a parte. Quindi, per me, solo bene il ritmo e la simpatia di Sing. (Si capisce che ho odiato Moana, è vero?) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moana alla bacarospa è piaciuto assai io l'ho trovato tecnicamente superbo e con un personaggio femminile molto forte..Sing è uno spassoso spasso!:)

      Elimina
  2. Non saprei, ma mi sa tanto che hai ragione perché molto probabilmente lo vincerà ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo se la giocheranno Zootropolis e Oceania..

      Elimina
  3. io l'ho visto in anteprima e mi è piaciuto proprio tanto
    l'Oscar lo meriterebbe, non c'è alcun dubbio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha concorrenti parecchio agguerriti forse come canzone originale ha qualche speranza in più

      Elimina
  4. Adorabile, Gunther regna ma anche Miss Crawley con l'occhio sifulo non scherza!! XDXDXD
    L'Oscar no, gente, non scherziamo. Lo meriterebbe Kubo e la spada magica, ma probabilmente lo vincerà Zootropolis e non ho ancora visto La tartaruga rossa e La mia vita da zucchina, che paiono entrambi tre spanne sopra le ultime produzioni Disney/Pixar...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastica Miss Crawley..purtroppo all'Oscar ahinoi non l'hanno neppure nominato!!!

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…