Passa ai contenuti principali

AND THE OSCAR GOES TO??BOH...COMMENTI AL BUIO ALLE NOMINATIONS 2017






Bene, anche per questo 2017 sono arrivate le nominations agli Oscar che mai come quest'anno mi colgono, ad eccezione forse della categoria "miglior film d'animazione" assolutamente impreparata, e temo che ci saranno grosse difficoltà anche a recuperare una buona parte dei candidati. Ma siccome questo è ancora un blog a quanto pare in cui si parla di cinema (ah..ah..ah.) proviamo a dire due parole, lista dei candidati a fianco, su queste nominations, limitandoci ovviamente alle categorie principali..

Miglior film: dovrebbe vincere facile "La La  Land", con 14 nominations promette di essere l'asso pigliatutto della serata (salvo sfasci lo dovrei andare sabato pomeriggio e dovrà essere minimo stupendo visto tutto l'hype creato..). Una delle prossime visioni sarà senza dubbio "Hell or High Water" già presente su Netflix, per proseguire con "Hidden Figures"e "Arrival"; per quanto riguarda gli altri nebbia assoluta, dovrò informarmi in merito. Colpisce l'assenza di "Silence" che, ammetto però di non aver visto, e soprattutto dell'elegantissimo "Animali Notturni".
Miglior regia: anche qui spiccano due assenze clamorose, ovvero Scorsese e Tom Ford. Il buon Chazelle pare abbia già l'Oscar in tasca. Improbabile una vittoria di Gibson, la nomination a Villeneuve somiglia un pochino a un risarcimento per non averlo fumato di striscio lo scorso anno per il meraviglioso "Sicario", ma aspetto di vedere "Arrival" per pronunciarmi definitivamente...
Miglior attrice protagonista: visto i Globe la lotta dovrebbe essere tra Emma Stone e Isabelle Huppert con la Portman pronta a rovinare la festa ad entrambe, e "Jackie" purtroppo arriverà da noi solo ad Oscar assegnato. Meryl Streep, "attrice sopravvalutata" (cit.) si cucca la sua ventesima nomination ma tranquillo Mr. President (argh...) le sue possibilità di vittoria sono pari a zero. Ah...se l'anno scorso la svista clamorosa fu la Theron in questo 2017 l'Academy si è dimenticata di Amy Adams mannaggia..
Miglior attore protagonista: pare che il favorito sia Affleck, Casey quello bravo, com l'amato Gosling a seguire. Molti tifano per il Mortensen di "Capitan Fantastic", altro film da recuperare a breve. Nulle le possibilità, temo, per gli altri candidati.
Miglior attrice non protagonista: sparo a caso e dico Octavia Spencer per "Hidden Figures" ("Il diritto di contare") film, mai come in questo momento, importante e da vedere...
Miglior attore non protagonista: considerato che ho visto solo quello spero in una vittoria di Michael Shannon per "Animali Notturni" ma non mi dispiacerebbe, a scatola chiusa, se vincesse Jeff Bridges per "Hell or Hgh Water"..
Miglior documentario:...lo so, avevo detto soltanto le categorie principali ma, in questo caso, è opportuna una piccola eccezione. Escluso dalla cinquina del miglior film straniero entra in quella per il miglior documentario "Fuocoammare" di Francesco Rosi, già vincitore dell'Orso d'Oro di Berlino..che dire, tanti auguri al maestro, non ho ancora visto il film ma tifiamo comunque per lei...
Miglior film d'animazione: qui sono un pochino più pronta...snobbato ahinoi l'adorabile "Sing" direi che la battaglia dovrebbe essere tra "Zootropolis" e "Kubo e la spada magica" con l'apprezzatissimo in tutto il mondo "La mia vita da Zucchina" a fare da terzo incomodo. Lo abbiamo amato parecchio, specialmente la bacarospetta, ma credo che "Moana" non abbia molte chance.

Bene, per il momento ci fermiamo qui, in attesa di "La La Land" e di tutti gli altri film candidati, ma soprattutto in attesa della notte più scintillante del cinema il prossimo 26 febbraio.




Commenti

  1. Indubbiamente quest'anno agli Oscar fanno più scalpore gli assenti dei presenti: Scorsese, Larraìn, Eastwood, Dolan, Verhoeven, Amy Adams tra le attrici... mai come stavolta la frattura tra pubblico e establishment è stata così netta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo,assenze davvero importanti quest'anno

      Elimina
  2. Mi fa piacere che Fuocoammare continui a livello internazionale a trovare consensi ... La La Land sembra l'asso pigliatutto, un film già un classico ancora prima di usicre (da noi), forse eccessivo il calmore attorno. Mi spiace abbiano dimenticat Jarmush, per l'attrice tifo per l Huppert, l'attore Viggo Mortensen di Captain Fantastic, film davvero strano, ma buono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo vedere ancora tutto, su La La Land mi pronuncerò la prossima settimana e confesso di essere parecchio curiosa

      Elimina
  3. Tra i film d'animazione ho visto solo Zootropolis, pochissimi giorni fa, per cui spero vinca perché è davvero bello ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, spero anche io ce la faccia perché merita!

      Elimina
  4. I miei rinnovati complimenti alla solita pessima distribuzione italica che in sala non ha fatto arrivare una beata fonchia, 3 su 9 è davvero ridicolo.

    RispondiElimina
  5. Tra i film d'animazione vincerà di sicuro Zootropolis, Kubo è "troppo" per l'Academy, così come La tartaruga rossa. Scontate le vittorie di Chazelle per film e regia mentre spero in qualche bella sorpresa per gli attori, nonostante debba ancora vedere il 90% dei film in gara. Mortensen, per esempio, sarebbe un bel colpaccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che il favorito fra gli attori sia Affleck...

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…