Passa ai contenuti principali

31




Regia: Rob Zombie
Interpreti: Sheri Moon, Richard Brake, Meg Foster, Malcom McDowell

Oggigiorno p faccio qualcosa che mai avrei pensato di tornare a fare da queste parti: parlare di Rob Zombie.
Diciamo la verità, tra me e il buon Rob non era iniziata benissimo. Il remake di "Halloween"prima e quel delirio de "le streghe di Salem" non lo hanno certo fatto diventare il mio regista horror preferito. Anzi "Salem" era riuscito ad irritarmi a tal punto da farmi passare la voglia di recuperare i celebratissimi "la casa del Diavolo" e "la casa dei 1000 corpi"
Poi in rete circola il primo trailer di "31"...comincia a girare il film, le critiche dei "colleghi" sono buone e.....insomma Rob, ti sei guadagnato ufficialmente l'ultima occasione da queste parti, vediamo come te la giochi.
Così tra uno sbuffo di vapore e l'altro (Zombie si rivela un buon compagno per le sessioni di stiro...) parte il film con un prologo in bianco e nero...e i pregiudizi cominciano a crollare.
Diciamolo pure tra i denti Rob, questa volta te la sei giocata alla grande, e hai pure vinto.
Nulla di particolarmente originale alla base diciamolo pure.
La storia di un gruppo di artisti di strada rapiti e costretti a partecipare a "31" , un sadico gioco inventato da un gruppo di riccastri vestiti come il conte Uguccione di cui non sapremmo mai nulla, pesca certamente a piene mani da tanto cinema, mettiamoci anche "l'implacabile", e Zombie mostra di saper maneggiare il materiale come se avesse una sega elettrica in mano.
Forse per questo il risultato è decisamente ottimo.
Zombie non indugia in chiacchiere, spiegoni e nemmeno sulle (notevoli va detto...) chiappe di Sheri Moon.
"31" fin dal bellissimo, nonchè inquietantissimo, prologo parte spedito e non si ferma più.
Odiosi nani travestiti da nazisti farneticanti in spagnolo (mamma mia quanto l'ho detestato..) inquietanti clown armati di sega elettrica e conciati come ballerina....ma soprattutto lui...Doom-Head interpretato da Richard Brake.
Caratterista a dir poco fenomenale con buona pace di tutti gli altri protagonisti, peraltro validissimi, si
mangia letteralmente il film omaggiando la figura del Jocker (capito Jared come si fa??) in maniera impeccabile.



Zombie fa i film che gli pare fregandomene bellamente di tutto e di tutti, questo l'ha capito pure una
cinefila da quattro soldi come me, ma con "31" mette da parte ogni delirio di onnipotenza, tirando fuori un horror asciuttissimo, sporco e cattivo, qualcosa a cui, ad essere sincera, non ero più abituata.
Fa uno strano effetto lo ammetto; se da una parte abbiamo un fighetto come Wingard che
cazzeggia con la strega di Blair e fa un disastro, è proprio il qui tanto vituperato Zombie a regalarmi un horror adulto con, tra l'altro, un finale strepitoso.Non avrei mai pensato di dirlo, ma "31" è una delle cose migliori viste in quest'anno non propriamente prolifico.
Non sembra ancora prevista una data di uscita italiana, consiglio comunque un recupero immediato e in lingua originale....

Commenti

  1. Pensa, io sono partito dalla Bolla sperando in una rivelazione come erano stati La casa dei mille corpi e La casa del diavolo, e ho finito per detestare anche questo.
    Peccato, Rob. Da ma hai fallito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che ero reduce dalla fastidiosa visione di Blair Witch ma ho trovato "31" un onesto e cattivello "b movie".

      Elimina
  2. Sai come la penso, e mi fa piacere che ti sia piaciuto, Rob Zombie che fa cose alla Rob Zombie, non è “The Devil’s Rejected” ma questo è il tipo di Horror che Roberto Non-Morto sa fare. Dovresti fare una rubrica, film da guardare mentre si stira ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe essere un'idea..kill stir..terribile ...Zombie ha fatto un discreto b-movie questa volta...magari recupero anche la casa del diavolo e la casa dei 1000 corpi...

      Elimina
  3. @Forduzzo Nooooo!!! Mi spiace di averti diludendo T___T Io l'ho adorato, non posso farci nulla e sono contenta che sia piaciuto anche a Beatrix *__* (Ma quanto è bello quel finale? Quantooo??)

    RispondiElimina
  4. Mi rassegno, sono l'unico che ha apprezzato il fil sulle streghe...
    Qualcosa forse vorrà pur dire XD

    RispondiElimina
  5. Non mi è dispiaciuto, ma una nonnina col Parkinson lo avrebbe comunque diretto meglio :)
    Poi io il finale mica l'ho capito!

    RispondiElimina
  6. Una possibilità gliela darò, però sinceramente non è che ami particolarmente il buon Rob.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io Zombie l'ho sempre detestato, vedi tu...

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…