Passa ai contenuti principali

COOTIES-BLOOD SUCKING BASTARDS

Ognuno di noi ha le proprie debolezze cinematografiche. Se quelle del marito sono i film di De Sica (figlio) la mia sono gli horror....scrausi. Quando ne vedo uno con un'idea balzana alla base potete stare certi che non me lo perdo (non ho ancora recuperato i castori assassini di "Zombeavers" ma credo non  ritarderò tantissimo grazie a Rai4..). Questi filmacci poi, sono davvero una manna per chi gestisce un blog. Perchè spezzano un pochino la routine e ci consentono colorite recensioni atte a farli a pezzi (ovvero ce sfoghiamo senza alcun ritegno). In questo post ne ho raggruppati due che non sono così brutti da meritarsi una recensione singola ciascuno...
Cooties
un virus trasmesso dalle crocchette di pollo della mensa trasforma bambini delle scuole elementari in piccoli selvaggi assassini, un gruppo di insegnanti dovrà fare squadra  per sfuggire alla carneficina da parco giochi.
Lo ammetto, alla fine mi sono detta "ma che cavolo ho visto??". Una scemenza colossale è indubbio, però non riesco a volergli troppo male. Perché alla fine la storia dei bimbetti che diventano assassini cannibali a tratti è divertente, sicuramente schifosissima e senza dubbio politicamente scorrettissima e con un Elijah Wood nei panni dell'eroe più improbabile del secolo. Da vedere per una serata rigorosamente senza impegno e soprattutto senza crocchette di pollo nel menu...Non mi pare prevista, per il momento, una distribuzione italiana.
Voto: 6/10


Blood Sucking Bastards
Gli affari nella megaditta vanno male, serve un nuovo direttore vendite.  Il neo assunto Max si dimostra quello che serviva. Ambizioso, spietato...un vero e proprio vampiro...di nome e di fatto. Che la riorganizzazione aziendale abbia inizio.
Questa è stata una mezza delusione.
Non che mi aspettassi chissà quale capolavoro per carità, ma da un titolo del genere mi aspettavo qualcosa di molto più divertente.
Funziona poco come satira sullo spietato mondo del lavoro. Funziona poco come horror, nonostante qualche spruzzone di sangue gettato qua e là, e funziona poco come commedia, il meglio, infatti, rimane nel trailer.
Nemmeno in questo caso, al momento, è prevista distribuzione italiana...e poi come tradurrebbero il titolo??
Fossi in voi lascerei tranquillamente perdere.
Voto: 4/10
 




                                                                                                                


Commenti

  1. Il primo a me è piaciuto veramente tanto.
    Divertentissimo!

    RispondiElimina
  2. Tra i miei prossimi commenti a breve, non sono due titoli rivoluzionari ma divertenti, con i Vampiri sono stato un pò meno critico di te, anche se hai ragione, è poca cosa ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  3. Di Blood sucking Bastards non avevo nemmeno mai sentito parlare ma Cooties sta arrivando, con la mia solita lentezza... i bambini assassini mi piacciono sempre molto!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…