Passa ai contenuti principali

FAST AND FURIOUS 7

 
 
Regia: James Wan
Interpreti: Vin Diesel, Paul Walker, Michelle Rodríguez, Jason Statham, Dwayne Johnson, Kurt Russell.
Trama: Deckard Shaw, fratello di Owen, ridotto in fin di vita alla fine di "Fast 6", vuole vendetta per questo  si mette sulle tracce di Toretto e soci. Shaw è piuttosto pericoloso, e molto ben addestrato. La situazione sembra disperata finché la CIA non si offre di aiutare Toretto e i suoi. In cambio però dovranno liberare Ramsey, uno hacker straordinario e dall'identità ignota, rapito da dei pericolosi terroristi e recuperare "L'occhio di Dio" un programma capace di localizzare chiunque in tempo reale.

 
I don't have friends, I've got a family.
 
One last drive
 
 
Ladies and gentleman, start your engines.
Sedetevi sulla poltrona della sala cinematografica preferita, certi film vanno visti al cinema, rilassatevi, spegnete il cervello, accendete, appunto, i motori e partite!
Si, spegnete il cervello che male c'è? Basta essere  consapevoli di quello che ci aspetta.
Fast and Fourious è l'unica saga che è riuscita a migliorare a partire dal quinto capitolo. E questo settimo episodio fin dalla prima scena con qui Jason Statham si guadagna la palma del cattivone-one-one del decennio ci fa capire subito dove andrà a parare.
James Wan in vacanza premio dal cinema horror eredita la saga da Justin Lin, dimostrando anche grazie ad un buon budget a disposizione, di non soffrire certo di complessi di inferiorità, anzi.
Per due ore e venti che filano via a velocità turbosonica, tanto per restare in tema, tutto ciò che pensavate impossibile diventa possibile.
Al diavolo ogni legge della fisica, pensare che io mi sento cool quando faccio i cento sullo stradone con la mia Ibiza, qui parliamo di automobili che saltano dagli aerei ed atterrano su strade sterrate senza nemmeno graffiarsi la carrozzeria.
"Fast and Fourius 7" più che alzare  l'asticella il muro della tamarraggine lo sfonda proprio, il trio Diesel-Statham-Johnson fa sembrare i gloriosi Stallone-Schwarzenegger-Willis anni 80 tre Giovani Marmotte. Adrenalina a mille quindi, e sospensione dell'incredulità a livelli mai visti prima. Praticamente un cartone animato.
Eppure, e qui la parte tamarra di me prende il sopravvento, stiamo parlando di uno dei prodotti action migliori degli ultimi anni.
Yes signore e signori, "Fast and Fourious 7" funziona dannatamente bene.
Il motivo?Molto semplice, chi è coinvolto nel baraccone ci crede davvero. Partendo dallo stesso Wan per finire a Diesel ovviamente, ormai sempre più "maschio alfa" del gruppo.
Si divertono senza dubbio, ma soprattutto danno la sensazione di essere davvero un gruppo affiatato, quella "famiglia" vero e proprio punto focale dell'intera saga.
E si arriva quindi, irrimediabilmente, a lui, la buonanima di Paul Walker, scomparso un anno fa a 40 anni. Non un grande attore, perdonatemi, la cui morte prematura ha regalato irrimediabilmente lo status di icona, almeno tra gli appassionati. Il saluto a quello che per Diesel e soci è stato un fratello è scarno, duro e puro  eppure incredibilmente struggente.
Il commiato a Walker è forse, il commiato ad una saga giunta forse, davvero alla fine.
Le voci, e gli incassi, dicono il contrario, l'intenzione sarebbe di arrivare a 10 capitoli, ma se si chiudesse qui sarebbe bello.
Capitolo finale?Non si sa, ma credo che fare più di così sia francamente difficile.

 
 
 
 
 

Commenti

  1. lo sto aspettando con trepidazione...

    RispondiElimina
  2. Visto in anteprima, meravigliosamente tamarro, tamarrosamente meraviglioso.

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di vederlo. So già che mi esalterò come un pazzo.

    RispondiElimina
  4. E' un film che mantiene esattamente ciò che promette: azione, adrenalina, divertimento con annessa 'disconnessione' del cervello (che ogni tanto ci vuole). Quindi riuscitissimo. Anche se solo per appassionati del genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il genere qui tocca senza dubbio il suo livello più alto!

      Elimina
  5. Sono fermo al secondo mi sa ahah non è che sia proprio il mio genere, magari in futuro quando sarò in vena di tamarrate divertenti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la saga per me fa un bel balzo in avanti dal quarto capitolo in poi, guardali, ti divertirai!

      Elimina
  6. Un capitolo molto divertente ed un gran bel commiato per Walken.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gli ultimi 10 minuti sono davvero struggenti...

      Elimina
  7. Ahahahah "tre giovani marmotte"! Mitica! Si, il film è ESTREMAMENTE esagerato, perde molto in verosomiglianza già quando Jhonson combatte contro Statham e lui è in giacca e cravatta, molto British!
    Il saluto a Walker è stato commuovente e francamente spero si fermino a questo capitolo, sarebbe il modo migliore per concludere una saga....anche perchè vorrei proprio sapere cosa pensano di fare per superare il livello raggiunto dalle auto che saltano giù da un aereo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo, pure io mi fermerei qui. credo fare di più sia difficile!

      Elimina
  8. Non mi sono mai appassionata alla saga, certo questo lo vedrei...magari , chi lo sa. ;-)

    RispondiElimina
  9. parti dal quarto, te lo consiglio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…