Passa ai contenuti principali

LONDON ZOMBIE (aka Cockney vs Zombie)



Regia: Matthias Hoene
Interpreti: Michelle Ryan, Alan Ford, Richard Briers, Harry Treadaway

Trama: Londra. dei lavori portati avanti da una  impresa di costruzioni riportano alla luce una cripta, abitata da non morti, e da lì inizia il contagio.  Un gruppo di giovani decide di rapinare una banca, per trovare i soldi necessari a non far chiudere la casa di riposo nella quale si trova il nonno di alcuni di loro. Il contagio dilaga velocemente, e le priorità cambiano. Bisogna non finire mangiati vivi e soprattutto correre a salvare il nonno, assediato nella casa di riposo con alcuni amici da un gruppo di feroci "non morti".


Allora, la primavera si avvicina a grandi passi, e come spesso accade quando arriva la bella stagione, il blog assume una piacevole connotazione "vintage", tradotto "andiamo poco al cinema e recuperiamo quanto parecchio non abbiamo visto in passato", magari di sera, quando i bacarospetti sono già a letto. 
Oggi è il turno di questo "London Zombie" passato un paio di anni fa, nonché  parecchio apprezzato secondo quanto letto in giro, al Future Film Festival in anteprima serale e clamorosamente mancato dalla sottoscritta in quanto, appunto, si trattava di proiezione notturna per di più infrasettimanale, con il titolo originale "Cockneys vs Zombie". Orbene, ne approfitto per  aprire una piccola parentesi, dolorosa, sui titoli, diciamo così, italiani.
Allora, il film si chiama "Cockneys vs Zombie" perchè ambientato nell'East End londinese,zona  i cui abitanti sono noti per il loro dialetto poco comprensibile e per essere, diciamo così, leggermente sboccati. Ok, si tratterà di fama stereotipata, nulla da dire, ma il titolo è perfettamente sensato se rapportato al film, soprattutto all'arzillissimo vecchietto interpretato da Alan Ford....e allora, perchè accidenti reintitolarlo "London zombie"???Pensavano che il pubblico italiano (tra l'altro il film è stato distribuito poco e male), decisamente non avvezzo alla lingua inglese confondesse i "Cockneys" con i cocker e pensasse di trovarsi di fronte ad una battaglia cani-zombie??Chissà...
Comunque sia, come anticipato, cannatolo al "Future Film" l'ho recuperato clamorosamente giusto giusto l'altra sera. L'argomento zombie, con buona pace dello zio George (visti gli ultimi lavori anche lui un filino appannato in materia) è stato ampiamente sfruttato, anzi, quasi siamo arrivati al fondo del barile, ormai raschiato da "the walking dead".
Trovare qualcosa di veramente originale in materia è difficile.
"Cockneys vs Zombie" si guarda bene dal farlo, puntando tutto sulla parodia fin dal principio e questa e' la sua fortuna.
I protagonisti dimostrano di conoscere molto bene la minaccia, sanno come affrontarli "sono zombi, devi sparargli alla testa. - E come lo sai?-Lo sanno tutti no.." sono senza paura e ben armati.  Gli zombi più che con lo sguardo truce da non morti in certi momenti paiono basiti, ma il film, nel suo insieme funziona.
Il fatto di averla buttata in cazzeggio praticamente subito, ha permesso al regista ed ai suoi interpreti di fare una gran caciara, creando personaggi assai simpatici, su tutti la banda di vecchietti molto badass, e ficcandoci in mezzo qualche scena a dir poco strepitosa, l'inseguimento al nonnetto con il deambulatore mi ha fatto morir dal ridere.
Niente di memorabile quindi, ma un filmaccio assolutamente piacevolissimo, perfetto per una visione decisamente impegnata.


No!Too much, fuckin' too much for one day, surely!


Commenti

  1. Ma sai che questo dovrei averlo in qualche DVD? Adesso ravano un po' nell'infinita pila e lo cerco, dev'essere uno spasso da vedere in lingua originale! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guardalo, guardalo che merita proprio!

      Elimina
  2. La scena del vecchiaccio col girello inseguito dallo zombie è un super cult !!!

    RispondiElimina
  3. l'inseguimento al vecchietto col deambulatore è pura leggenda! film divertente, scacciapensieri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. supercult! film molto più carino di tanti altri usciti in sala!

      Elimina
  4. Film molto spassoso, l'ho visto una vita fa, ma mi ricordo la presenza del mitico Alan Ford (Quello di The Snatch non quello del fumetto) e la scena del neonato zombie, uno spasso questo film, ottima recensione. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie!hai ragione, Alan Ford è bravo davvero...

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…