18-03-2015

Dopo i fatti di ieri non sapevo se scriverne, cosa scriverne e soprattutto come scriverne. Lo ha fatto, benissimo, Nick del blog Nocturnia. La poesia che riporto qua sotto è sua, io gli do lo spazio che merita...

Io sono Bianco, sono Nero, sono Meticcio, sono Mulatto.Io sono Cristiano, sono ebreo, sono mussulmano, sono ateo...
Io sono arabo, sono europeo, sono asiatico, sono africano
E tanto altro ancora
Sono l'umanità, non costringermi a scegliere da che parte stare.
Dentro di me vive il ricordo di chi è già vissuto.
Sono quello che deve ancora nascere
Da me potrebbe venire il mondo che verrà.


Sono l'uomo, sono la donna,
Sono quello che voglio essere.
E voglio essere libero.
Sono l'umanità ferita.
Ma voglio rialzarmi ancora.

Sono la madre che allatta
Sono il padre che sorride
Sono il vecchio
Ma non voglio essere come l'assassino
E tu che ammazzi i tuoi simili
Non vincerai.

Sono l'umanità.
Ed alla fine sarò quello che rimane.



                                                        Ma quando finirà questo schifo?

Commenti

  1. Speriamo prima possibile, ma purtroppo temo che all'imbecillità non ci sia rimedio.
    Felice serata
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo si..ma la vedo durissima..felice serata a te.

      Elimina
  2. Ti ringrazio per aver dato spazio alla mia piccola poesia, l'ho scritta di gesto nel colmo della mia inutilità.
    Quindi ti ringrazio doppiamente. 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero basita. Ho trovato la poesia meravigliosa..un manifesto bellissimo di ribellione all'orrore.

      Elimina
  3. non ci scommetterei un soldo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

SANTA CLARITA DIET

RING 3

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL