STAGE FRIGHT



Regia: Jerome Sable
Interpreti: Meat Loaf, Allie MacDonald, Douglas Smith, Minnie Driver


Trama: Kylie Swanson, protagonista del musical "The Haunting of the Opera", viene uccisa nel backstage dopo lo spettacolo la sera della prima. Sono trascorsi 10 anni ed i suoi figli fanno i cuochi in un campeggio estivo dove si allestiscono musical. Camilla, la femmina, ha sogni di gloria, vorrebbe recitare e cantare, suo fratello Bobby no, anzi, è apertamente ostile a quel mondo. Proprio in occasione del 10 anniversario, lo spettacolo scelto da produttore e regista è il revival di "The Haunting of the Opera". Camilla deciderà di fare l'audizione..ma qualcun'altro sarà il vero protagonista....

Da brava cinefila, salvo rare eccezioni, da queste parti non vedrete mai un "rape and revenge" o spazzatura simile, ammetto di guardare un pò di tutto. Diciamo che, verso il cinema, ho un pò lo stesso atteggiamento tenuto nei confronti del cibo, assaggio, poi giudico.
Il musical horror però era un genere che ancora mi mancava.
Sono approdata a "Stage Fright" durante una estate in cui il disimpegno cinematografico l'ha fatta da padrone dopo un trailer beccato per caso su IMDB ed un paio di positive recensioni lette in giro.
"Stage Fright" avrebbe fatto un figurone, come "Blood Glacier" , in una nuovo ciclo di "Notte Horror".
Siamo in zona musical,..anzi, siamo in zona "Glee" per la mostruosa antipatia di tutti, e dico tutti, i protagonisti.
Ma direi di non essere la sola a non gradire troppo il gruppetto di sfigati danerecci e canterini.
Tra di loro infatti si aggira un delizioso serial killer metallaro, che dimostra anche un notevole talento con la chitarra elettrica. ...e non pensate  mi riferisca a qualche perverso tipo di tortura. Seppur il nostro si dimostri infatti piuttosto creativo nell'esecuzione del rituale massacro, in questo caso intendo proprio talento musicale, sotto forma di uno spassosissimo assolo di chitarra, giusto un attimino prima di rivelare la sua vera identità.
Jerome Sable, regista e sceneggiatore della pellicola, rischia prendendo due elementi pericolosissimi, il musical per l'appunto, io lo amo molto ma basta niente a farlo scivolare nella noia più totale, e l'horror/slasher che Dio solo sa quante schifezze ha partorito negli ultimi anni, e mettendoli insieme nello stesso film.
Poteva venirne fuori una porcheria incommentabile. Invece, sorpresa sorpresa, è venuto fuori una cosuccia che, da queste parti, è piaciuta assai.
Senza gridare al miracolo nè osannare Sable come il nuovo Dio dell'horror, posso dire sicuramente che "Stage Fright" funziona in tutti i suoi aspetti.
I numeri musicali sono piacevoli e non appesantiscono per nulla la vicenda, tra l'altro molto intelligentemente di scarsa durata. La parte horror poi pur non facendo certamente morire dalla paura ha parecchi momenti splatter azzeccati e, se si ama il genere, risulta essere parecchio divertente.
Insomma, "Stage Fright" è un film intelligente e ben confezionato. Avrebbe fatto la sua figura in mezzo al putridume estivo ma nulla di fatto, e, disgraziatamente, pare destinato a restare inedito.
Peccato, secondo me meriterebbe di più di tante schifezze uscite di recente.



Commenti

  1. pure per me una piacevole sorpresa.
    finalmente un musical divertente. e finalmente un horror decente!

    RispondiElimina
  2. A questo punto, considerato che l'hai approvato, proverò la visione.
    Non mi fidavo del parere di Cannibal! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la fiducia. A me ha divertito parecchio, sono curiosa a questo punto dl leggere il tuo parere.

      Elimina
  3. Ne state parlando bene tutti, siccome adoro i musical mi toccherà recuperarlo immantinente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupera, recupera...son pure disposta a scommettere che ti piacerà!

      Elimina
  4. Mi sono appena unito ai tuoi lettori. Come dicevo sul blog di Marco, l'ho trovato molto carino anch'io. Simpatico e strano. Una visione la merita.
    Se non l'hai visto, magari da' un'occhiata a Repo: The Genetic Opera. E' più stravagante, ma come musical orrorifico merita! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto da queste parti! di Repo ho sentito parlare molto, prima o poi bisognerá che lo recuperi..

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

SANTA CLARITA DIET

PAURA EH??POLTERGEIST-DEATHGASM-SCHERZI DELLA NATURA-THE SHALLOWS

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL