Passa ai contenuti principali

NIGHTMARE 3 - I GUERRIERI DEL SOGNO



Regia: Chuck Russell
Interpreti: Robert Englund, Heather Langenkamp, Craig Wasson, Patricia Arquette.

Trama:  Kristen è in preda alla disperazione. Da molte notti non riesce a dormire a causa di incubi mostruosi. Dopo averla trovata nel letto con le vene tagliate, la madre, con il proposito di curarla, la fa ricoverare in una clinica psichiatrica. Lì Kristn troverà altri ragazzi provenienti da realtà differenti, accomunati dagli stessi spaventosi sogni, in cui qualcuno, a quanto pare, cerca di ucciderli. Per cercare di aiutare i ragazzi, viene assunta Nancy Thompson, cresciuta e diventata una famosa "psicologa dei sogni" a cui basta poco per capire cosa si cela dietro l'insonnia dei ragazzi. Freddy è tornato, e vuole completare la sua vendetta...

 Sono venuto a prelevare un pò di sangue.
 Non avevi sempre sognato di entrare in televisione?

Sabato sera, 23:30 Mtv che combina?Si mette a programmare tutta la serie di "Nightmare", tutta, dal primo all'ultimo. Peccato averlo scoperto soltanto per puro caso, a partire dal terzo film, perché il primo è sempre un classico con i fiocchi e perderlo mi è dispiaciuto. Però sia lode al videoregistratore, grazie a cui sono riuscita a recuperare  una saga ormai leggendaria.
Si, avete capito, vi tedierò con una pessima analisi di tutti, o quasi, i film con protagonista il nostro Freddy Kruger. Mi auguro che i super esperti di horror ogni tanto molto carinamente passano da queste parti perdoneranno l'ignoranza e l'imprecisione delle mie recensioni ma l'occasione era troppo grossa. e troppo ghiotta. Insomma, stiamo parlando di una icona horror, di un mostro che ha terrorizzato una generazione...di Freddy Kruger! Ero proprio curiosa di vedere che effetto mi faceva l'intera serie, quasi vent'anni dopo.
E cominciamo con quello che, insieme al primo immortale capitolo, è probabilmente il migliore della serie. Dopo l'assai, o almeno così lo ricordo, bruttarello "Nightmare 2 la rivincita" Craven si riappropria della sua creatura. Non come regista, succederà di nuovo solo nel metacinematografico "Nightmare 7", ma come sceneggiatore. E la mano santa del buon Wes si nota davvero tutta.
"Nightmare 3" infatti, al contrario dei successivi capitoli, risulta invecchiato piuttosto bene.
La dinamica del sogno come vero e proprio mondo parallelo dove ognuno dei protagonisti possiede poteri speciali, armi per combattere il mostro che popola i loro incubi è rappresentata ottimamente e risulta ancora oggi, quando ormai abbiamo smesso di credere nelle favole, assai efficace. A distanza di tanti anni ho trovato poi ancora nel film una sorta di finezza, formale e soprattutto sostanziale. "Nightmare 3" poi, seppur non ai livelli del primo, inarrivabile capitolo, è un film che se non spaventa più come allora, rimane comunque un ottimo horror, ampiamente superiore rispetto a tanti altri baracconi inutili usciti  in temi più recenti.
Il merito va anche ad un buonissimo cast. Ottimo il ritorno di una brava Heather Langenkamp, attrice che mi sarebbe piaciuto vedere di più in giro, attorniata da un gruppo di (allora) giovani  attori tra cui spicca Patricia Arquette, una Kristen decisamente migliore di colei che l'avrebbe interpretata nel quarto capitolo. Su tutti si erge lui, Robert Englund, o dovremmo dire Freddy Kruger. Qui, seppur già più ironico rispetto al primo capitolo è ancora lui, il mostro terribile che viene a prenderci nei sogni, colui pronto a sfruttare i nostri incubi per ucciderci. Pur se decisamente piu' ironico rispetto al primo capitolo qui Freddy fa ancora paura, e' ancora terribile.Siamo lontani mille miglia dal brutto, logorroico bamboccio che gioca ai videogames o si trasforma nella strega di Oz dei film che seguiranno.
Ma questa è un'altra storia...


Commenti

  1. Di Nightmare ricordo benissimo solo il primo, il sesto, l'ultimo e forse anche questo, sebbene meno. Alcune trovate erano davvero geniali, come quella della marionetta "di tendini" che, ancora oggi, mi provoca gli incubi. Da qui in poi, comunque, c'è stato un bel declino, eh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si risolleva un pochino con il settimo che gioca in maniera intelligente con il metacinema..ma si, 4-5 e 6 sono bruttissimi.

      Elimina
  2. io ho sempre preferito tenermi stretto il ricordo del primo, evitando accuratamente i sequel :)

    RispondiElimina
  3. Io adoro tutta la serie, ricordo poco ma credo si tratti del primo grande franchising della storia del cinema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente si, anche se credo che qualche capitolo in meno sarebbe stato meglio.

      Elimina
  4. per un verso o per l'altro...anche anagrafico ..questo è il film della saga a cui sono più legato....il secondo neanche lo ricordo...dal primo passo direttamente al terzo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda, anche io il secondo lo ricordo poco, lo avrei pure rivisto volentieri. Al terzo son affezionata perche' e' stato il primo che ho potuto vedere al cinema...

      Elimina
  5. Io ho visto il primo ed un pezzo del secondo. Ero un ragazzino e mi ha impressionato troppo. Un po' come tutti gli horror: invece di fare l'effetto catartico mi lasciano un angoscia che mi dura per giorni. Pensa che alcune scene di quei deu film ancora mi fanno impressione al solo pensarci. Poi uno dice l'imprinting...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io da ragazzina dopo aver visto il primo (recuperato in tv perche' era vietato al cinema) non ho dormito per giorni, ed ancora un po mi spaventa, ma gli altri mi fan decisamente meno effetto!

      Elimina
  6. Condivido che della serie Nightmare il primo sia il migliore, seguito dal terzo a pari merito con il settimo. Ma nel complesso l'episodio più brutto della serie è sicuramente superiore al 70% dei film horror usciti negli ultimi 15 anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, avercene di Nightmare (non il remake pero'..)

      Elimina
  7. Il primo non si discute, poi fino a Nuovo incubo si cala molto. Perfino questo, all'epoca uno dei miei preferiti, mi è parso invecchiato male.
    Comunque domani e dopo ho in programma il 5 e il 6! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io questo in realta' l'ho trovato ancora ottimo, sono gli altri ad essere veramente brutti!

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…