Passa ai contenuti principali

IL CECCHINO




Regia: Michele PLacido
Interpreti: Daniel Auteuil, Mathieu Kassovitz, Olivier Gourmet, Francis Renaud, Luca Argentero


Trama: Mattei, capitano della Polizia parigina, sta per incastrare una famigerata banda di rapinatori. A impedirglielo è un abile cecchino appostato sul tetto di un edificio e assoldato per permettere ai complici la fuga. Ferito uno di loro, i banditi ripiegano nello studio di un medico 'congedato' dalla professione e nascondono la refurtiva. Una telefonata anonima a Mattei denuncia il cecchino, che viene catturato e sottoposto senza effetto a interrogatorio. Saranno i servizi segreti francesi a fornire al capitano la sua identità: Vincent Kaminski, tiratore scelto creduto morto in Afghanistan. Nel corso delle indagini, Kaminski fugge alla detenzione deciso a cercare la talpa che lo ha denunciato e che ha barbaramente assassinato il suo avvocato. Mattei e Kaminski, si metteranno quindi a caccia del misterioso e feroce traditore.


Cosa si può dire di un film come "Il cecchino"?
E soprattutto come si può dirlo? Come si può parlarne senza rischiare di cadere nel pecoreccio?
No, non sono diventata così buona, ci mancherebbe altro...soltanto che nel caso di questo film mi pare un pochino di  sparare, mai termine fu più appropriato, sulla Croce Rossa.
Perché "il cecchino" è un film di una bruttezza rara.
Una roba così brutta da suscitare quasi ammirazione.
Non ho la più pallida idea di chi sia la colpa di questo sfacelo, ma ne "Il cecchino" non funziona assolutamente nulla.
La sceneggiatura è un guazzabuglio del peggio del peggio di tanti noir, una storia pasticciata dove non si capisce nulla, a tratti debbo essermi pure addormentata, i personaggi appaiono e scompaiono senza un perchè oppure son tutti una masnada di imbecilli. Il tormento del Commissario? Il senso di colpa del Cecchino mischiato al desiderio di vendetta?Non pervenuti.
La  fotografia è discreta, quella si, ma la regia mi è parsa assai inconsistente, e mi dispiace perchè "Romanzo Criminale", pur apprezzando di più la serie, è una pellicola davvero valida.
Un pastrocchio inconcludente e pretenzioso, si perché si da pure aria da grande noir, dove un gruppo di attori completamente fuori ruolo si aggira facendo grossi danni. Daniel Auteuil assai imbolsito e dall'occhio perennemente sbarrato pare chiedersi come cavolo sia finito e soprattutto cosa ci faccia in un film del genere.
Mathieu Kassovitz più che maledetto pare annoiato. Taccio su gli altri, tanto è come se non ci fossero, e soprattutto su una imbarazzante Violante Placido, per fortuna presente in poche scene, a quanto pare un ruolo per i figli pseudo attori è una clausola contrattuale per tanti nostri registi. Almeno Luca Argentero ha il buon gusto di parlare poco e morire abbastanza velocemente.
Insomma, un fallimento epocale.


Commenti

  1. Uno dei film più brutti ed inutili degli ultimi anni. Una vera schifezza.

    RispondiElimina
  2. Mammamia...aiutami a dire brutto per quanto è brutto! *_*
    Visto al Festival di Roma di due anni fa...TRAUMA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo hanno proiettato a un festival???!!!che coraggio...

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…