Passa ai contenuti principali

GIGOLO' PER CASO


Regia: John Turturro
Interpreti: Woody Allen, John Turturro, Vanessa Paradis, Sharon Stone, Sofia Vergara, Liev Schreiber

Trama: Fioravante e Murray amici per la pelle, per superare il momento economico piuttosto "precario" decidono, quasi per caso, di cimentarsi con il mestiere più antico del mondo, il primo nel ruolo di gigolò, il secondo il quello di protettore. Tutto pare filare liscio fino all'incontro tra Fioravante e Avigal, casta vedova di un rispettato Rabbino, rimasta sola con 6 figli, i ricordi di una vita vissuta nel mondo chiuso della comunità chassidica e un disperato bisogno di cose nuove. Fioravante viene messo in crisi dai sentimenti che Avigal gli suscita, ignaro della gelosia di Dovi, chassidico innamorato della donna fin da ragazzino e Murray scoprirà così che non è facilissimo fare il protettore...

"Dalla rosa nasce la spina e dalla spina nasce la rosa"

Sinceramente, da "Gigolò per caso" non sapevo cosa aspettarmi. La carriera di regista dell' amatissimo Woody ormai è più altalenante di un giro sulle montagne russe ma come attore riesce sempre a divertirmi. Di Turturro nulla conoscevo come regista, ma l'ho sempre considerato un bravo interprete. 
C'era poi il trailer italiano che, come ormai capita sempre più spesso, dava vita a più di una perplessità.
Grosso punto interrogativo, ma c'era, appunto Woody, ed io quando c'è Woody rischio sempre.
Debbo ammetterlo, non è andata così male.
"Gigolò per caso" non è sicuramente la commedia dell'anno, anzi, fra poco tempo ce lo saremo tutti bello che dimenticato, ma debbo ammettere che possiede un grande, grandissimo pregio, non tanto comune alle commedie di questi ultimi tempi.
Non esce mai dal seminato. 
Per dirla in soldoni non svacca mai, persino quando potrebbe facilmente cadere nel ridicolo.
Turturro gira una commedia toccando due argomenti a grosso rischio di volgarità, anche involontaria.
Lui li tratta entrambi con estrema sensibilità sia come interprete sia come regista.
"Gigolò per caso" a molti potrà sembrare una commedia noiosetta dove non succede praticamente nulla; insomma, quelle che alle volte vengono definite, almeno dalle mie parti, "commediole".
Probabilmente è vero, però rimane una commediola si lieve lieve come il petalo di un fiore, ma pure intelligente ed elegante, due qualità decisamente sempre più rare.
Da applauso il cast, bravi tutti davvero. Partendo da Turturro, passando per Woody che se comincia a perdere qualche colpo come regista dimostra invece di essere ancora divertente come attore, per finire con Schreiber che il suo lavoro lo fa sempre con grande bravura. Ottime le signore. Una dimessa, ed a tratti struggente, Vanessa Paradis vissuta secondo regole apparentemente assurde, da una parte; dall'altra una Sharon Stone dallo stacco di gamba invidiabile e dalla faccia finalmente priva di botox, insieme ad una simpatica, dirompente, e mal doppiata Sofia Vergara.

Commenti

  1. Apprezzato anche dalle mie parti, dove, per fortuna, sono riuscita ad evitare l'imbarazzante doppiaggio della povera Sofia Vergara!

    RispondiElimina
  2. Devo ancora vederlo, ovviamente non doppiato.

    RispondiElimina
  3. @Poison...si, la "poveretta", comunque simpaticissima, è vessata da un doppiaggio veramente ignobile.

    RispondiElimina
  4. @Frank guarda, Vergara a parte, gli altri fanno un lavoro egregio. E il film una visione la merita.

    RispondiElimina
  5. a me è piaciuto come film...
    molto tarentino style, ma apprezzabilissimo!

    RispondiElimina
  6. Avercene di commediole così, avremmo salvato il cinema già da un pezzo, adoro Turturro, sia come attore - ovvio ti consiglio di visionare i film di Spike Lee e quelli dei Coen dove da il meglio di se - che come regista, - devo vedere Mac e illuminata che lo cerco da non so quanto tempo e non ho mai trovato sigh! - visionare Passione documentario su Napoli e soprattutto quello che considero un piccolissimo capolavoro Romance and Cigarettes, con il compianto James Gandolfini, Kate Winslet e Susan Sarandon ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Arwen segnato tutto..pian pianino recuperero'!

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…