FUTURE FILM FESTIVAL - I FILM

Se lo scorso anno quella al Future Film Festival è stata principalmente una breve fuga, quest'anno sono riuscita a seguirlo un pochino di più. Ho avuto modo di assistere, come detto, alla interessantissima lezione di cinema di Saldana ed a due proiezioni, nonchè ad una attesa anteprima di cui vi parlerò nei prossimi giorni.


It's such a Beautiful Day: come indicato dal programma del Festival: "è il primo lungometraggio dell'animatore americano indipendente Don Hertzfeldt, famoso per l'irriverente corto Billy's Balloon. Hertzfeldt ha unito senza soluzione di continuità i tre cortometraggi con protagonista il tormentato Bill, Everything well be ok (2006), I Am So Proud of you (2008) e It's Such a Beautiful Day (2011) trasformandoli in un incredibile e comicamente grottesco nuovo lungometraggio". Debbo dire che il programma ha ragione.
"It's such a beautiful day" è un oggetto anomalo, che mi ha parecchio spiazzata. Completamente fuori dai canoni dell'animazione a cui il grande pubblico è abituato, non certo per bambini nonostante il tratto apertamente e volutamente infantile dei suoi personaggi. Hertzfeldt non diverte, anzi, pigia fortemente il pedale sul grottesco, riflettendo sulla vita e sulla morte, e riesce a creare un prodotto originale ed interessante che, ovviamente, qui da noi non troverà mai distribuzione.





Asphalt Watches: sempre direttamente dal programma del Festival: "Bucktooth Cloud, una nuvoletta fluttuante con ombrello, e Skeleton Hat, il suo amico malvestito, partono per un viaggio in autostop attraverso il Canada che si rivelerà assai più travagliato del previsto. Ispirato ad un viaggio realmente compiuto dai due registi, è un divertissiment grottesco realizzato a basso budget tra amici e familiari, così innovativo da aver conquistato la platea del Toronto Film Festival".
Al contrario di "It's such a beautiful day", una premier fuori concorso, questo "Asphalt Watches" figura tra i film in competizione, candidato al Platinum Grand Prize. Probabilmente non lo vincerà, pare che il favorito sia lo splendido (dicono, io purtroppo non l'ho visto) "The Fake"...però...ecco,  qui sono veramente usciti i miei limiti...si, ho un blog di cinema ma io di cinema non capisco una cippa. Perché "Asphalt Watches" è innovativo ed "estremo" fino a che volete, ma io dopo mezz'ora non ne potevo veramente più. Sarà stato il calo ipoglicemico dovuto alla mancanza di cibo, sarà stata la colonna sonora eccessivamente martellante, sarà che la nuvoletta puzzolente è simpatica come non mai, ma a me "Asphat Watches" ha fatto decisamente schifo. Scusate, ma io continuo a preferire un cinema d'animazione di impianto decisamente più classico.
Ah...scordatevi pure di vedere anche questo nei circuiti normali ovviamente.

















Commenti

  1. E' in momenti come questi che invidio voi blogger che state nelle grandi città... noi al massimo ci becchiamo la rassegna estiva di film usciti due anni prima! ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che più di una grande cittá la mia è un paesone addormentato che ogni tanto si risveglia con iniziative davvero interessanti!

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

PAURA EH??POLTERGEIST-DEATHGASM-SCHERZI DELLA NATURA-THE SHALLOWS

SANTA CLARITA DIET

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL