Passa ai contenuti principali

OSCAR 2014 - I VINCITORI





Non ho mai fatto i miei pronostici su gli Oscar, quindi anche quest'anno, che all'appuntamento più importante per tutti i cinefili sono arrivata abbastanza impreparata, ho preferito evitare. Ma ora che i giochi sono fatti, e tutti i premi sono stati assegnati, non potevo farmi sfuggire l'occasione. Allora, vediamo cosa è successo questa notte a Los Angeles, chi ha vinto e chi no, limitandomi, ovviamente, alle categorie principali.

Miglior film:
"12 anni schiavo" non l'ho,ancora visto, e spudoratamente tifavo per "Il lupo di Wall Street", ma sulla carta mi è sempre parso il film perfetto per vincere l'Oscar..ed effettivamente ha vinto.
Miglior regia
Alfonso Cuaròn (Gravity) c'è chi lo ha amato alla follia e chi lo ha odiato. Per me è uno dei tre migliori film dello scorso anno. Si porta a casa, meritatamente (eccetto forse la colonna sonora) quasi tutti i premi più tecnici. Vince, strameritatamente, sorry Martin, il premio alla regia. Quello di Cuaròn è stato un lavoro pazzesco.
Miglior attrice protagonista 
Cate Blanchett (Blue Jasmine) premio scontato e ampiamente annunciato.Lei è brava, bravissima, persino troppo. Il film è una cosetta abbastanza mediocre, che, senza di lei, sarebbe forse affondato inesorabilmente.
Miglior attore protagonista
Matthew McConaughey (Dallas Buyers Club)  e qui arrivano le dolenti note...meritato, per carità, la sua è una interpretazione davvero eccezionale. Una trasformazione fisica incredibile ed uno di quei ruoli che all'Academy piacciono assai. ma Di Caprio era decisamente su un altro pianeta....insomma, che deve fare di più questo benedetto ragazzo per vincere un Oscar dai??
Miglior attore non protagonista: 
Jared Leto (Dallas Buyers Club) meritato, meritatissimo. Una interpretazione incredibile, struggente e bellissima. Doveva vincere ed ha vinto.
Migliore attrice non protagonista:
Lupita Nyong'o (12 anni schiavo) non ho visto il film, ma lei sembra sia bravissima. Ed il fatto che abbia battuto Julia Roberts me la rende simpatica a prescindere. Giudizio sospeso.


Miglior sceneggiatura originale:
Spike Jonze (Her) anche questo colpevolmente mi manca, dovrei rimediare al più presto, ma sono contenta, sulla fiducia....quella di Jonze mi pare una storia bella e delicata, ed in giro ne ho letto meraviglie, quindi va bene così...
Miglior sceneggiatura non originale:
John Ridley (12 anni schiavo) e qui se mi permettete dissento. Credo che andasse premiato il lavoro fatto da Terence Winter per "Il Lupo di Wall Street"; covavo al limite una piccola speranza anche per "Before Midnight", niente da fare...
Miglior film d'animazione:
"Frozen Il regno di ghiaccio" premio anche questo abbastanza annunciato. E meritatissimo. Il film era una spanna decisamente sopra a tutti gli altri candidati. Stiamo parlando di uno dei film d'animazione forse più belli degli ultimi dieci anni. Era giusto premiarlo.
Miglior canzone originale:
"Let it go"(Frozen) ecco...questa non me l'aspettavo proprio. Puntavo su "Ordinary Love", lo ammetto...
Miglior film straniero:
"La grande bellezza" Paolo Sorrentino...ce l'abbiamo fatta!!!dopo 15 anni l'Italia ritorna a vincere l'Oscar. Ammetto con vergogna di non averlo ancora visto, ma amo Sorrentino e tifavo per lui con passione...bene benissimo, ogni tanto qualcuno che porta un pò di lustro a questo disastrato paese c'è...ora però debbo recuperare il fim....







Commenti

  1. Contento per Sorrentino, dispiaciuto per Scorsese.
    E per me Gravity è stato uno dei più sopravvalutati dell'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dispiaciuta anche io per Scorsese. Contenta per Sorrentino, lo merita, ma sul film riservo il giudizio, debbo vederlo. Su Gravity so che la vediamo in modo diametralmente opposto

      Elimina
  2. Abbastanza in sintonia sui premi, ma per Sorrentino non sono felice, ho detestato quel film, pretenziosoe furbetto. Come quando vince la nazionale pur giocando male. Ma tutto previsto, negli Usa amano vedere l'Italia così da cartolina, con stereotipi portati all'eccesso. Scandaloso dimenticare Scorsese, ma mi aspettavo lo ignorassero, troppo dirompente sull'intera società.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scandalo Scorsese è palese, almeno la sceneggiatura andava premiata. Sei il primo che leggo così avverso a "La grande bellezza", conto comunque di vederlo presto...

      Elimina
  3. Dilusione di diludendo per Martin. Almeno la sceneggiatura, maledetti vecchi dell'Academy.... ç__ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, davvero..la sceneggiatura andava premiata...sarebbe ora di dare una rinfrescatina anche ai membri dell'Academy...

      Elimina
  4. Ciao Beatrix, sono Silvia una delle admin delle bloggalline. Stiamo inserendo le nuove iscritte nel gruppo facebook, per farlo abbiamo bisogno del tuo profilo facebook. Puoi inviare la richiesta di amicizia direttamente a me, Silvia Macedonio. Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…