Passa ai contenuti principali

THE WALKING DEAD 4X09 - "AFTER"


Dopo una pausa di alcuni mesi, e con un clamoroso cambio nell'orario di programmazione (grazie Fox per non costringermi a restare alzata fino a mezzanotte, almeno per un pò...) gli zombie più amati della televisione sono tornati.
Lasciato alle spalle un midseason finale a cui va probabilmente il merito di aver salvato la serie, i nostri amati scemeggiatori,  in questa quarta stagione tendenti allo svacco, che probabile strategia hanno deciso di usare?
I membri del gruppo sono dispersi, allo sbando..e allora avanti con almeno un paio di puntate di approfondimento psicologico dei vari personaggi, che ovviamente si ritroveranno forse nell'ultima puntata, dove magari ricomparirà anche Carol, e tutti insieme via, verso l'ignoto, pronti ad affrontare una quinta stagione.
E da chi partono?Da una puntata incentrata esclusivamente su Carl. Carl che già era un bambino abbastanza fastidiosetto, ma  poteva essere  capito proprio perchè un bambino traumatizzato  che vive una situazione decisamente fuori dall'ordinario, ora si è trasformato in un adolescente rompiballe. Che inveisce contro suo padre, gioca a fare il cowboy e quasi ci lascia le penne, vi giuro che ho ardentemente sperato in un morso da parte dello zombie, mangia tre chili di budino senza alcuna conseguenza, il cibo in "The walking dead" sappiamo non scadere mai, ma a conti fatti si rivela per quello che è. Un adolescente che si atteggia, ma in realtà terrorizzato dall'idea di perdere Rick e rimanere solo.
Ed allora il buon Rick, ormai dato per morto a causa delle botte prese dal Governatore, dimostra una incredibile capacità di riprendersi senza manco ingollare una mezza aspirina e comunica al figliuolo che le cose non potranno mai più tornare come prima,  lo ha capito anche lui ...meglio tardi che mai!Ma soprattutto che lui, Carl, è diventato un uomo. Fine del percorso di crescita di Carl Grimes.
Ma nella puntata di ieri sera abbiamo scoperto anche qualcosa sul passato di Michonne che per la verità, fuori dal suo personaggio mi ha un filino stranita. Aveva un figlio, un compagno e forse un fratello. Non sappiamo come sia morto il piccolo, ma gli altri due deduciamo fossero gli zombie che si portava al guinzaglio quando la abbiamo conosciuta per la prima volta. Ed è proprio questo sguardo su Michonne la sola cosa mediamente interessante di una puntata noiosissima. Il voler dare a Michonne una umanità, delle debolezze, dimostrare che anche lei non è invincibile. Infatti pare quasi perdere la testa, almeno fino a quando non si avvicina ad una casa che...ohibò, è quella dove si sono rifugiati Rick e Carl...stranamente priva di walkers intorno. Rick sente bussare, sorride, Carl chiede "Chi è?"(gli zombie non bussano), Rick risponde "E' per te"...spiritosa battutina finale, dissolvenza...e con la nuova famiglia Grimes ci ritroviamo la prossima puntata.  C'è ampio margine di miglioramento, senza dubbio.


Commenti

  1. L'ho visto anche io ieri sera...come dici tu, ci sono ampi margini di miglioramento...speriamo :)

    RispondiElimina
  2. Non un granchè.Ma ormai la serie mi pare sia al raschio del barile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puntataccia. Ci avevano illuso con un midseason col botto.Ora o si inventano qualcosa o sará dura davvero arrivare alla fine.

      Elimina
  3. una delle peggiori puntate di sempre.
    ammazzate carl!!

    RispondiElimina
  4. Quello é un Grimes. Non l'ammazza nessuno, nè gli zombie né tre chili di budino (forse) scaduto!:-0

    RispondiElimina
  5. Come inizio è stato un po' fiacchetto ma non mi è dispiaciuto anche se l'attrice che interpreta Michonne fa quasi impressione quando esce dal personaggio. E non in senso positivo, non sa proprio recitare senza quel broncio perenne!
    Aspetto con ansia la prossima puntata e, ovviamente, il ritorno di Carol.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me un noiosissimo inizio. E le turbe adolescenziali di Carl sono fastidiose assai. Hai ragione, Michonne senza broncio non sa recitare. Vedremo a chi tocchera' lunedi.

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…