Passa ai contenuti principali

THE FOLLOWING - SECONDA STAGIONE "RESURREZIONE" (PILOT)



Lo aspettavo pronta a prenderlo a badilate.
Dopo l'ignobile scempio perpetrato dagli sceneggiatori durante la prima stagione, una buona idea ed un pilot bellissimo buttati nel cesso puntata dopo puntata fino al ridicolo finale, il buonsenso diceva di lasciare perdere.
Ma la curiosità, e Kevin Bacon, hanno avuto la meglio.
La seconda serie inizia là dove finiva la prima, ovvero con l'aggressione subita da Hardy e Claire. A perdere la vita sarà Claire. E qui partiamo già benino; l'eliminazione di uno dei personaggi più cretini della storia della televisione fa sperare in qualcosa di quanto meno decente. Salto temporale; un anno dopo.
Mancano pochi giorni all'anniversario della (presunta) morte di Carroll e tre individui, con la maschera di Carroll sul volto, decidono di celebrare la ricorrenza a modo loro, massacrando sei poveretti, sopravviverà soltanto una donna, nella metropolitana a New York.
La polizia chiama come consulente Mike, che ancora soffre di rimorsi per non aver salvato in tempo Debra Parker, l'unico personaggio femminile decente della scorsa stagione morto malissimo, ed ovviamente Ryan Hardy. Ma se Mike vuole disperatamente rimettersi alla caccia dei seguaci di Carroll, che non crede morto, Hardy invece fa l'insegnante, cerca di riprendersi ed ,apparentemente di Carroll e soci non ne vuole più sapere.
Apparentemente appunto..perchè scopriamo ben presto come il nostro, che pare avere più vite di un gatto, sia da parecchio tempo sulle tracce di Carroll, ovviamente non morto, impegnato insieme alla nipote, detective della polizia di New York, ed altrettanto ovviamente ne sappia di più di  dell'FBI e di tutta la polizia messa insieme, destinati al solito a magre figuracce, che non ha intenzione di informare. Perché Ryan non vuole giustizia, vuole vendetta..
Ma Hardy non è il solo che vuole Carroll, lo cercano anche Emma  con i superstiti della sua setta e due inquietantissimi gemelli, intenzionati a superare in ferocia il proprio mentore...ma Carroll dov'è?Una nuova partita ha inizio..
Insomma, la partenza non è stata certo quella dirompente della scorsa stagione, ma non è andata nemmeno così male. I personaggi hanno abbastanza carisma, i gemelli  son terrificanti, e se gli sceneggiatori riescono a mantenersi su un minimo di intelligenza, eliminando anche tutti i pomposi orpelli e le citazioni da Poe della scorsa stagione, forse questa seconda serie potrebbe rivelarsi un rilassantissimo modo per trascorrere il martedì sera.

Commenti

  1. spassosissimo!
    se non la si prende sul serio, questa serie regala un sacco di soddisfazioni, tra colpi di scena assurdi, cose che succedono a caso e cattivi super cattivi. un gran guilty pleasure e la seconda stagione promette bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo.Secondo me i gemelli in questa stagione ci riserveranno parecchie sorprese!

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…