HOMELAND - 3 STAGIONE



Quando tempo fa scrissi della partenza, nella stessa giornata, della quarta stagione di "The walking dead" e della terza di "Homeland" ammisi che, mentre della prima era semplice parlare, la seconda richiedeva, e meritava, qualche ragionamento in più.
Ci ho ragionato sopra talmente tanto che ormai comincia la quarta stagione....ho i miei tempi, che volete farci.

La verità è che, dopo una prima stagione incredibile ed una seconda , sotto diversi aspetti, addirittura migliore, questa terza mi ha lasciato parecchie perplessità.
Per carità, siamo sempre di fronte ad un prodotto abbondantemente superiore alla media, ce ne fossero di terze stagioni di "Homeland" ma, proprio perché ormai  ci aveva abituato decisamente molto bene, alle volte ho avuto la spiacevole sensazione che l'intera vicenda si sfilacciasse un pochino. La serie è partita lentissima, poi abbiamo avuto accelerazioni improvvise, quindi di nuovo piccoli momenti di stallo, fino ad un finale che lascia davvero molti  punti interrogativi.
Ci sono state poi alcune situazioni parallele concluse troppo velocemente per non parlare di personaggi apparentemente di grande risalto in questa stagione, una su tutti Dana la figlia di Brody, mollati dopo poche puntate nel limbo.

Certo, la morte di Brody (non spoilero, la serie l'avete già vista tutti), verso cui tra l'altro avevo sempre nutrito più di un dubbio fino alla fine è stato un colpo ad effetto.
La scena tra l'altro è girata benissimo, dura eppure di grande impatto emotivo.
La bravura di Claire Danes e di tutti gli altri è incontestabile..ma la sensazione di brodo allungato, seppur di estrema qualità a tratti è affiorata inesorabile.
La quarta stagione è stata confermata, probabilmente è già in corso di realizzazione.
Immaginare "Homeland" senza Brody è davvero difficile, come spesso accade nelle serie televisive quando muore uno dei suoi protagonisti principali, anche se Quinn, personaggio interessantissimo, pare destinato a maggior visibilità, e sarebbe decisamente ora.
Una terza stagione quindi, che è sembrata quasi di transizione in attesa di ottenere risposte a tante, troppe domande.





Commenti

  1. Stesse perplessità e delusioni, una stagione molto sottotono che sa più di finale di serie e che lascia fin troppo punti interrogativi per il prossimo anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente. Vedremo se nella prossima stagione ci daranno delle risposte.

      Elimina
  2. In casa Ford siamo alla puntata nove, e secondo me non c'è stato questo gran calo.
    Certo, la seconda stagione resta la migliore, ma episodi come The tower of David sono una bomba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre televisione di altissimo livello, per carita' , ma qualche perplessita da queste parti invece c'è stata

      Elimina
  3. concordo su alcune perplessità, compresa la risoluzione un po' affrettata di certe situazioni.. vedremo, magari cambiando completamente prospettiva e con un filone nuovo potrebbe tornare a far faville come nelle prime due serie. io spero in più spazio per Quinn, per il quale ho un debole ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quinn piace molto anche a me, speriamo che il suo personaggio abbia davvero più spazio e dia una svolta alla serie

      Elimina
  4. Condivido il tuo post al 100%. le perplessità sulla terza stagione sono molte. in primis: cosa aspettarsi dalla quarta?
    A me comunque il finale di stagione mi ha lasciato veramente con l'amaro in bocca.
    alla fine mi viene in mente solo una cosa: ma non sarebbe meglio far durare una serie 3 stagioni piuttosto che forzare la scenegiatura? staremo a vedere....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo, meglio tre stagioni splendide che 5-6 così/così..vedremo cosa ci riserverà la quarta stagione

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

PAURA EH??POLTERGEIST-DEATHGASM-SCHERZI DELLA NATURA-THE SHALLOWS

SANTA CLARITA DIET

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL