Passa ai contenuti principali

ALBA ROSSA - RED DAWN (remake)


Regia: Dan Bradley
Interpreti: Chris Hemsworth, Josh Hutcherson, Connor Cruise, Adrianne Palicki.

Periodo strano questo. Vedo parecchi film eppure, quando si tratta di scriverne, faccio abbastanza fatica. A farne le spese, ovviamente è il blog, in penoso arretrato per quello che riguarda pellicole  anche assolutamente meritevoli. Però due paroline per questo "Alba Rossa- Red Dawn" meritano di esser spese.
Dovete sapere, ma non è certo una novità che per età io sono ormai pericolosamente più vicina alla  zia rompiscatole che alla cugina fig "cool" e se questo comporta qualche svantaggio, cinematograficamente l'avvicinarsi dell'anzianità è un aspetto indubbiamente positivo. Perché significa non solo aver visto "cose che voi umani nemmeno immaginate" ma soprattutto ho visto un sacco di bei film di cui i nostri baldi giovani vedranno i bruttissimi remake.
notare lo sguardo sprizzante intelligenza da tutti i pori...
"Alba Rossa" era un piccolo film del, mi pare, 1984 diretto da John Milius, scritto da Kevin Reynolds ed interpretato da una piccola parte di quella che sarebbe diventata la migliore gioventù hollywoodiana. Il compianto Patrick Swayze, Charlie Sheen, C.Thomas Howell, Jennifer Grey e Lea Thompson. Erano gli anni della guerra fredda ed il film, visto oggi, appare indubbiamente datato nonchè moralmente discutibile, sparge propaganda a piene mani. Eppure funziona molto meglio di tante pellicole sia come film d'avventura apocalittica sia nel racconto dell'evoluzione, difficile e tormentata, di un gruppo di ragazzi da semplici adolescenti a combattenti per la libertà. Rozzo ma efficace, quindi.
Ma veniamo a questo ennesimo, sfiancante remake che, pare abbia conosciuto pure svariate traversie produttive. I nemici non sono più i russi, sono i nord coreani, che sarebbero dovuto essere cinesi, ma i cinesi pare si siano incavolati ed abbiano minacciato boicottaggi nei confronti dell'incredibile capolavoro quindi il film è stato praticamente rigirato in alcune parti ed i nemici sono diventati nord coreani. Ma, francamente, chi siano i nemici in questo caso importa poco o nulla.
Perché il regista Dan Bradley e la sua allegra combriccola non si limitano a scopiazz cercare di attualizzare il film di Milius ma lo privano totalmente di ogni connotato positivo.
"Alba Rossa- Red Dawn" è l'ennesimo teen movie superficiale e ridondante di stereotipi.
Ci sono un ex militare, un ribelle, due neri, la ragazzina innamorata del militare, la fidanzata del ribelle ed i due capitati in mezzo al caos per caso. E' l'inizio di una barzelletta??No, sono i nuovi  Wolverine  un gruppo di ragazzetti spocchiosi ed irritanti che, guidati dal  "fratellone-marines-ovviamente in conflitto con fratellino ribelle", in meno di un nanosecondo si trasformano in perfette macchine da guerra. Nessun dolore, nessun conflitto interiore. Persino la morte di uno di loro provocata da un gesto imbecille del "fratellino ribelle" viene liquidata in un nanosecondo, e come dice giustamente Lucia nella sua splendida recensione del film "ai tempi Patrick Swayze gli avrebbe spianato il culo a calci e lo avrebbe appeso ad un albero"  . Qui no, qui si fa la guerra ragazzi, non ci si perde in chiacchere inutili, al massimo ci si scola una birra per festeggiare!Precisione da cecchino, zero sensi di colpa e la strafottenza di un gruppo di partecipanti ad un videogame. In un mondo fatto di film buoni e giusti il branco di giovinastri doveva finire al muro dopo pochi minuti, fucilati sulla pubblica piazza. Ma i remake non sono mai buoni e giusti. Ed infatti in "Red Dawn" c'è un nemico di una idiozia imbarazzante, che dopo aver invaso, non si sa come, l'Ammerica in un nanosecondo, si fa tenere sotto scacco da questo gruppo di imbecilloti, facendosi pure fregare una valigetta importantissima che però non sappiamo bene cosa serva. Chiude l'immane porcata un discorso pregno di retorica come non si vedeva dai tempi di "Independence Day" fatto da un ragazzino con il carisma di un pupazzo.
Insomma, scusate se mi ripeto, una roba davvero brutta, girata con stile televisivo-videoclipparo davvero tremendo. Spiccano per imbarazzante mediocrità gli interpreti, Chris Hemsworth, Josh Peck, Josh Hutcherson (ancora lui....), Connor Cruise, si, il "figlio di...", che recita sicuramente perchè bravo e dotato (sehh, come no...).ed Adrianne Palicki.
Ed ora, per riprendermi da questo abominio, da brava zia brontolona, vado a rivedermi l'originale che, a volte, al cinema "si stava meglio quando si stava peggio".





Commenti

  1. Questo film è caccapupù.
    Però almeno ti porta a volerti rivedere il piccolo capolavoro di Milius.
    E quindi qualche merito ce l'ha ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente brutto si.
      Hai ragione, l'unico merito è farti venir voglia di rivedere l'originale, il resto nulla.

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…