Passa ai contenuti principali

THE WALKING DEAD 4X08 - TOO FAR GONE - MIDSEASON FINALE

Qualche leggerissimo spoiler
Finalmente il Governatore ha mostrato il suo vero volto.
Un grandissimo bastardo che, con la scusa di cercare un luogo sicuro, ma animato da terribile sete di vendetta, non esita a mandare al massacro un manipolo di poveri disperati che fino a poco tempo prima non sapevano neanche come si ammazzavano gli zombie senza peraltro preoccuparsi di proteggere per davvero chi diceva di amare.
Un mostro che non esita a staccare la testa a quello che, due minuti prima, aveva definito "un brav'uomo"..
Ci hanno messo una intera stagione ma alla fine lo scontro c'è stato.
Va detto che "The walking dead" ci ha sempre abituato a dei midseason finale di alta qualità, ma dopo sette puntate di catatonia acuta mai avrei pensato ad una evoluzione di questo tipo.
Certo, la storia di Carol è stata messa un pochino da parte, ci sono ancora otto puntate, e quello tra Daryl e Rick più che uno scontro è parsa una baruffetta...certo, dopo il discorso pacifista di Rick temevo si sarebbero abbracciati tutti...ma quando il Governatore con un colpo secco di katana stacca la testa al povero Hershel, mai me lo sarei aspettato, dando il via allo scontro, mi sono finalmente risvegliata da un torpore che durava da sette puntate.

 La prigione, da luogo sicuro in cui avrebbero potuto vivere tutti quanti senza incontrarsi, che diventa luogo di morte, per tutti. 

Non si torna indietro.
Hershel non c'è più, Beth Maggie e Glenn si separano, senza sapere nulla gli uni degli altri.
Lizzie e sua sorella che si rivelano degne "figliastre" di Carol, dimostrandosi molto utili per la sopravvivenza del gruppo.
Rick che quasi soccombe per mano del Governatore, Michonne che avrà finalmente la sua vendetta.
Ma sarà Lily, a cui l'uomo che diceva di amarla ha tolto tutto, a dare il colpo di grazia al Governatore.
E gli zombie che prendono possesso della prigione.. Finalmente!Finalmente una puntata di quelle che tolgono il fiato, senza un secondo di tregua, che ci lasciano con l'ansia per la sorte dei personaggi, il gruppo di Rick è diviso e non sappiamo se e come si ritroveranno..un midseason finale con i controfiocchi, ma vi prego...ditemi che qualcuno ha portato la piccola Judith sull'autobus...quando Rick e Glenn trovano il trasportino insanguinato ho avuto un sussultone.
Insomma, ci han fatto penare un bel pò, ma alla fine il puntatone lo abbiamo avuto.
Adesso ci prendiamo una pausa fino a febbraio.
E speriamo, nonostante la veloce dipartita del Governatore, che la nuova ambientazione, i nostri sono in viaggio e là fuori è pieno di pericoli, porti qualcosa di buono alla serie...e soprattutto ci faccia sapere cosa è successo a Carol....

Commenti

  1. Puntata che ha rialzato parecchio la stagione (io ho mollato un urlo alla scena di Daryl assalito da uno zombie, ansia ansia ansia!), soprattutto dopo gli ultimi due episodi su un governatore irriconoscibile! Che poi... che razza di donne si va a scegliere?!?
    Ora però non capisco come riusciranno ad andare avanti un'altra stagione e mezzo avendo tolto i personaggi più tosti, mah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio.Fino ad ora una stagione in affanno. Di personaggi interessanti in giro ce ne sono ancora, e non son convinta della colpevolezza di Carol, destinata prima o poi a rientrare in gioco...vedremo...

      Elimina
  2. Miglior puntata della stagione, almeno per il momento. Arrivederci a febbraio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio.Speriam si mantenga su questi standard e non crolli nuovamente.

      Elimina
  3. come faccio senza Philip, come faccio senza il mio adorato Governatore :-(

    possa quella stronza di Michonne morire atrocemente dilaniata da un orda di zombi famelici

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…