Passa ai contenuti principali

THE WALKING DEAD 4X02 - "INFECTED"

Qualche spoilerino...
E' folle, lo sò. A malapena riesco a scrivere con cadenza "quando mi pare", figuriamoci imbarcarmi in una impresa del genere, adatta soltanto a blogger decisamente più seri della sottoscritta.
Proverò a commentare, settimana dopo settimana, quello che è ormai il personale "guilty plesure" .."The walking dead". Non so quanto durerà, non so nemmeno se durerà questo mio appuntamento settimanale. Per ora cominciamo con la puntata di ieri sera...
Patrick è stato ucciso in maniera rapida e cruenta da quella che pare sia stata una infezione.
Ovviamente morendo (male) il poveretto si trasforma e da inizio ad un massacro. A cadere una parte, assolutamente irrilevante per lo sviluppo della storia, degli occupanti di un braccio della prigione.
A salvarli, i soliti noti, con l'aggiunta di Rick, a cui tutti si rivolgono quando succede qualcosa, ma che pare non volere riprendere il suo ruolo di leader...."quello che so è che quando siamo nella merda tu te ne stai lì con una pala in mano..." sono le parole con cui Daryl, ormai indiscusso capo carismatico,  prova a scuotere il nostro addormentato eroe...Infezione=quarantena, quindi meglio tenere separati coloro che sono stati esposti. Tra essi la ragazza di Tyreese, sempre meno sveglio di sua sorella Sasha...intanto scopriamo che, probabilmente, Michonne nasconde un grave lutto nel suo passato...
Ma l'infezione, paradossalmente, sembra essere il più piccolo dei problemi. Qualcuno sta nutrendo gli zombie!Il Governatore??No, secondo me bisogna andare a cercare un tipo più basso...no, non sto parlando di Carl che nonostante la giovane età pare essere l'unico Grimes dotato di senno..però temo che Carol, personaggio che mi piace sempre di più, come madre adottiva di due traumatizzate (ed odiosissime) ragazzine avrà parecchio da fare...
Ovviamente gli zombie, richiamati dal nutrimento, si ammassano sempre più vicino ad un recinto che sta per crollare, ammazzarli non basta, sono troppi, bisogna portarli lontano dalla prigione...ed è qui che Rick smette di giocare alla "vecchia fattoria" e riassume il suo ruolo di leader assai creativo...rischiando di essere contagiato dalla misteriosa infezione....che intanto continua a mietere vittime....
Puntata in cui la tensione viene indubbiamente ben dosata; mi è piaciuto molto l'inizio con il parallelo tra il massacro in corso, con annessa creazione di zombie, e le attività quotidiane degli altri, interrotte da quello sparo che non faceva certo presagire nulla di buono. Peccato  per le cazz  castronate annesse e connesse.
Vabbè, ormai a questa gente sono affezionata e perdono molto alla serie...ma porca miseria, basta con camicie pulite, capelli lavati, ed unghie curate, Judith ha sempre il vestito fresco di bucato e le signore sfoggiano un look "trasandato con cura" da rivista di moda.
Magari cominciamo anche a smetterla di ammazzare zombie senza protezione, pigliandoci tutti gli schizzi di sangue infetto senza conseguenze...
Tralasciando i particolari tecnici e nonostante le perplessità debbo ammettere però che sono curiosa di vedere ciò che succederà quando i nostri, prevedibilmente, dovranno abbandonare una prigione ormai non più sicura...sperando che Rick torni presto quello della prima stagione...


Commenti

  1. questa nuova stagione non mi sta intrippando molto.
    mi manca il governatore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partenza strana, senza dubbio. Chissà dove sarà finito il Governatore?

      Elimina
  2. Ti sottoscrivo la recensione per filo e per segno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo quello che accadrà nelle prossime puntate

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…