Passa ai contenuti principali

IO SONO TU







Regia: Seth Gordon
Interpreti: Jason Bateman, Melissa McCarthy

Trama: Sandy Patterson spende e spande per tutti i negozi di Miami usando la carta di credito di Sandy Bigelow Patterson, mite analista finanziario di Denver. Il poveretto, per colpa della truffatrice, il cui vero nome é Diana, si troverà ben presto senza soldi e con la polizia alle calcagna. Chiarito l'equivoco, si tratta di un chiaro caso di furto d'identità, Sandy si offre di andare a prendere di persona Diana e riportarla alla polizia di Denver. Ma il ritorno non sarà così semplice.

Qui c'è sinceramente qualcosa che non quadra. Non riesco più   a trovare un film che mi faccia ridere, ma ridere fino alle lacrime. Al massimo fanno sorridere, spesso peró si tratta di vere e proprie sciocchezzuole inutili. E' il caso di "Io sono tu".
"Io sono tu", come recita il titolo originale "Identity thief" (applauso ai sempre geniali titolisti per l'orrido titolo italiano...) parte da un caso di furto d'identitá, e presto si trasforma in una di quelle buddy comedy che il pubblico, specialmente quello americano, ama molto.
Peccato che "Io sono tu" lasciato completamente nelle mani dei suoi due protagonisti, non faccia minimamente ridere.
Melissa McCarthy, dopo lo sboccatissimo "le amiche della sposa" è il nuovo fenomeno comico americano.
Non só come se la cavi nel suddetto film, non l'ho visto, ma qui la signora nella prima parte, per usare un eufemismo tanto utilizzato nella gloriosa Emilia, simpatica come un gatto attaccato alle parti basse, ma almeno è cattivella e politicamente scorretta. Peccato che, nella seconda parte, l'esplosiva McCarthy   si sgonfi letteralmente, travolta dalla piega buonista che prende la vicenda e diventa stucchevole come una torta con troppa panna.
Bateman, senza dubbio simpatico, non riesce ad essere incisivo. Fondamentalmente il suo personaggio non é credibile, è troppo "buono" ed alla fine risulta noiosetto.
"Io sono tu" quindi, è un film assolutamente evitabile; con un'aria anni '80, ma senza la simpatia che si celava dietro le tonnellate di commedie prodotte all'epoca; quindi inesorabilmente fuori tempo. 
O forse è il mio senso dell'umorismo ad essere cambiato...


Commenti

  1. tranquilla, è proprio il film che non fa ridere.
    ti consiglio però le amiche della sposa e anche l'imminente come ti spaccio la famiglia, quelli a me hanno divertito parecchio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok..pensavo di essere io a non averlo capito. "le amiche della sposa" dovrebbe arrivare presto su Sky. L'altro me lo segno, l'inverno è lungo!

      Elimina
  2. Le amiche della sposa anche per me è da vedere assolutamente, questo al massimo strappa un sorrisino nella prima parte...poi nulla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma sorrisino ino ino...lei poi non si regge!

      Elimina
  3. Io non l'ho visto, ma mi sono fatta un'idea di come tiri il vento a Hollywood... La commedia sta perdendo un po' di colpi, e diventa così un semplice filmetto senza troppo impegno.
    Se ti posso consigliare, a me non è dispiaciuto "Come ammazzare il capo e vivere felici" negli ultimi tempi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi dava molta fiducia. Ma anche quello è di prossimo passaggio su Sky. Segnato!

      Elimina
  4. Le amiche della sposa lo devi proprio vedere.
    Invece Come ti spaccio la famiglia da me si è beccato un 5,5 proprio perché mi piace il cast ma ho fatto fatica anche a sorridere, con Io sono tu accade la stessa cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parere unanime su "le amiche della sposa" !A questo punto dovró proprio vederlo.

      Elimina
  5. Non ci avevo più pensato, però è vero. La risata grassa è sempre più rara. Forse sto invecchiando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La risata grassa come lo spavento serio son davvero sempre più rari.Forse si stà invecchiando sí....

      Elimina
  6. Lo consigliano tutti, ma a me "le amiche della sposa" non mi ha colpita così tanto, qualche sorriso c'è stato ma niente di che. Questo non l'ho ancora visto ma sinceramente non è tra i film che più mi interessano al momento.

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…