Passa ai contenuti principali

OCEAN'S ELEVEN




Regia: Steven Soderbergh
Interpreti: George Clooney, Brad Pitt, Matt Damon, Julia Roberts, Andy Garcia, Don Cheadle.


Avevi detto di averla buttata.
L'ho detto.
Bugiarda.
Ladro. Emh... bella coppia.


Della discontinuità di Soderbergh ho già parlato in occasione dell'orrendo "Knockout". Ma non sempre, quando decide di girare qualche cosa di più  leggero, il risultato é una sonora porcheria.
Questo remake di  "Colpo Grosso" film del 1960 con Frank Sinatra, Dean Martin, Sammy Davis Jr, ovvero tutto il rat pack al completo più qualche amichetto, è, infatti, riuscito alla grandissima. Trattasi di mio personale "guilty plesure"che non mi stanco mai di rivedere, primo capitolo di una trilogia nel complesso davvero gradevole, anche se gli altri capitoli non sono all'altezza del  primo.
Danny Ocean esce di galera in libertà vigilata, e subito pianifica il colpo grosso. Rapina ai danni dei tre casinò di Benedict spietato affarista di Las Vegas nonchè, guarda un pò, nuovo fidanzato di  Tess, mai dimenticata ex moglie di Danny...Lo aiuteranno nell'impresa l'amico Rusty ed altri professionisti della truffa...
Per la verità non c'è molto da dire.
Sublime esempio di pura evasione Soderbergh dirige ma lascia mano libera ad un gruppo di attori in goduriosa vacanza.
Clooney, fascinoso e paraculo come non mai, Pitt  e soci danno vita ad un lussuoso cazzeggio in cui loro sono i primi a divertirsi, e si vede. Garcia lancia occhiatacce e fa il cattivone, ma senza crederci troppo.
Al tempo il successo fu clamoroso, e, per gli altri due capitoli, altre star si sono aggiunte alla festa.
Cosuccia piacevole quindi, divertente e spumeggiante.
Eppure nella sua leggerezza, forse uno dei film migliori del buon Soderbergh, che ancora oggi conserva intatto il suo appeal.
Perfetto per una serata senza troppi pensieri.

Commenti

  1. Sempre una piacevole visione, concordo (anche il 13 non è male, a differenza del 12, che io personalmente trovo noiosissimo).
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me il 12 parve noiosetto.Davvero meglio il 13

      Elimina
  2. "Ha chiamato Elton John, rivuole il vestito". Una battuta che riciclo spessissimo cambiando capo di abbiagliamento e nome del proprietario.
    COncordo con Pison sul fatto che il 13 sia migliore del 12. Entrambi una spanna sotto l'undici, in ogni caso.

    RispondiElimina
  3. Mi ricorda sempre un branco di amici che si trovano a dire cagate al bar, mi piace un sacco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gran bel paragone. E calza a pennello ;)

      Elimina
  4. Gli altri due non li avevo visti ma questo mi era piaciuto un mucchio. Ideale per una serata senza pensieri ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo e' il migliore. Anche gli altri due (meglio il terzo del secondo) pero' non sono niente male.

      Elimina
  5. Filmetto godibile e divertente. Nulla di che ma lo riguardo sempre, quando capita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacevolissima visione estiva adatta per una serata senza troppi pensieri.

      Elimina
  6. Niente male, mi riguardo sempre tutta la saga quando la danno in TV.

    RispondiElimina
  7. Lo vidi al cinema e mi piacque parecchio, davvero divertente. Inoltre, nonostante ami il vecchio cinema, preferisco questo remake al''originale colpo grosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto di non aver mai visto l'originale. Però se mai passasse in tv non mi dispiacerebbe recuperarlo, giusto per fare un confronto.

      Elimina
  8. Grandissimo film, e l'accoppiata Clooney-Pitt, quando c'è da fare commedia, è imbattibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente i due cazzeggiano alla grandissima.

      Elimina
  9. Ocean's eleven è un bel film, piacevolissimo da guardare... peccato che i due seguiti siano una baggianata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il secondo si, il terzo non l'ho trovato così male.

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…