Passa ai contenuti principali

MARIGOLD HOTEL


Regia: John Madden
Interpreti: Judi Dench, Bill Nighy, Dev Patel, Maggie Smith.

Trama: Un gruppo di anziani britannici, con nulla in comune e storie diverse alle spalle,  parte per l'India per trascorrere "la seconda parte della loro vita" al Marigold Hotel, un lussuoso complesso residenziale creato appositamente per gli anziani.  Una volta arrivati, si accorgono che l'Hotel è ben appariva nella pubblicità, ma decideranno di restare, e lentamente ed inaspettatamente, le loro vite cambieranno direzione.


Come fa a sopportare questo paese, cosa ci vede che io non vedo? - La luce, i colori, i sorrisi, c'è così tanto da vedere..

Ci sono film su cui non scommetteresti nulla. Che inizi a guardare senza una precisa ragione, forse perchè è una di quelle serate in cui sei troppo stanca per far altro se non restartene davanti al televisore. E che, invece, finiscono con il conquistarti lentamente, minuto dopo minuto.
"Marigold hotel" per quanto mi riguarda, è stato uno di questi film.
Il regista è John Madden, che aveva diretto il detestabile "Shakespeare in love"..ma qui fa decisamente meglio.
Come si vince la paura di invecchiare??Creandosi una seconda possibilità, magari dall'altra parte del mondo.
Certo, la teoria è un pò campata per aria, il tutto può risultare eccessivamente edulcorato ed artificioso,  però alla fine credo che Madden tratti il tutto con una estrema classe.
Sorretto da un cast assolutamente incredibile, Madden non parla della "terza età" con pietismo e compatimento, anzi, i suoi arzilli "vecchietti" sono pronti a lasciarsi alle spalle una vita che non è più quella, una esistenza  fatta di abitudini, cure mediche, appartamenti con allarme per il pronto soccorso; pronti a reinventarsi, crearsi una seconda parte della vita piena di cambiamenti e di sorprese.
Come ho detto grandioso il cast. Su tutti una splendida Judi Dench, che con grazia ed eleganza ci regala ad ogni film interpretazioni sempre migliori. Con lei, tra gli altri, una pungente Maggie Smith ed un commovente Tom Wilkinson, tornato in India per ritrovare l'unico vero amore della sua vita.
"Marigold hotel" è una commedia decisamente british, impregnata di ironia  dove tutto procede in maniera lineare, immersa in una location suggestiva e bellissima.
Commedia tranquillizzante, semplice e prevedibile, e allora??
Mica avevo detto che è un capolavoro..
E' soltanto un film delizioso che ti mette di buon umore. E di film deliziosi che ti mettono di buon umore, ogni tanto, se ne sente proprio il bisogno.

Commenti

  1. L'ho registrato con My Sky. Mi sa che oggi me lo guardo. Grazie per la recensione.

    RispondiElimina
  2. Judi Dench e e Maggie Smith brillano in questo film. Sono attrici che danno sempre il meglio di loro, ogni interpretazione è impeccabile - altro che teresina, queste donne fanno scuola! Bel film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo.Attrici impeccabili e di gran classe.

      Elimina
  3. non gli avrei dato neanche mezzo centesimo e invece come al solito sbagliavo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda.Io in giro non ne ho letto benissimo. e invece, se piace il genere, e' una cosetta molto elegante e piacevole.

      Elimina
  4. L'ho visto e concordo completamente con il tuo giudizio. Un film patinato,non v'è dubbio, ma non banale. Tra i tanti luoghi comuni, il tema di fondo, la solitudine della vecchiaia, è trattato con buon senso e una "leggera" speranza finale che non guasta. Maggie Smith è a dir poco superlativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene!!!proprio contenta che ti sia piaciuto!

      Elimina
  5. Adoro questi film Inglesi di storie piccole piccole ma così... godibili!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo e' proprio adorabile!

      Elimina
    2. Seguirò il vostro consiglio e appena posso vedrò questo film!
      Avete destato in me molto curiosità!

      Elimina
    3. secondo me ti piacerà tanto.

      Elimina
  6. segno e guardo, ti farò sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto e piaciuto, molto. E poi Judi Dench (aka M) è fantastica.

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…