Passa ai contenuti principali

CHRONICLE



Regia: Josh Trank
Interpreti: Michael B.Jordan, Dane DeHaan, Michael Kelly.

Trama: dopo essere stati esposti a  qualcosa che somiglia a radiazioni sprigionate da un oggetto trovato dentro un buco nel sottosuolo, Andrew Matt e Steve acquisiscono poteri telecinetici. E più si esercitano, più questi poteri crescono, arrivando a permettere loro persino di volare.
Tutto va per il meglio, almeno fino a quando il piu' problematico dei tre inizia a perdere il controllo..

Segni inequivocabili del tempo che passa sono una tendenza al brontolamento generale, il cominciare a fare cose strane come aprire un blog (fino a poco tempo fa manco sapevi cosa fosse un blog) e soprattutto il cambiamento di punti di vista riguardo a tutto cio' che ti circonda, compreso un argomento futile come un film.

Perché io lo so che un film come "Chronicle" da giovane lo avrei trovato molto figo. Oggi no.
In una cosa pero' "Chronicle" si salva. I suoi protagonisti non sono un gruppo di giovinastri che compiono una serie di azioni insensate con il pedale dell'idiozia premuto al massimo, vedi "Cloverfield"; Max Landis, figlio del grande John Landis non ne fa delle patinate figurine.

Sono, molto realisticamente, semplicemente tre adolescenti, di cui uno parecchio problematico, alle prese con qualcosa di più grande di loro, e sono incapaci di gestirlo.
E questo è forse, la sola cosa che funziona davvero in tutto il film. Personaggi abbastanza veri a cui non frega un beato accidente di salvare il mondo, interpretati anche in maniera piuttosto adeguata.
Ma "Chronicle" non è molto altro.
Perchè in questo film fondamentalmente, non succede nulla.Non ho capito dove voglia andare a parare, cosa voglia simboleggiare. Si è parlato di un lato oscuro dei supereroi, di una metafora del disagio e dell'incomunicabilità...probabilmente tutto assolutamente esagerato, per un film in cui  la noia, fondamentalmente, regna sovrana.
Esempio perfetto di mockumentary mal riuscito, ed a tratti francamente irritante, spesso e volentieri viene voglia si spaccare in testa la telecamera agli (sgradevoli) ragazzotti,  confrontato con il recente "The bay" (lo sò, son due cose diverse, ma appartengono allo stesso "sottogenere" e quindi rapportarli mi è venuto naturale) ne esce con le ossa rotte, visto che Trank, rispetto a Lewinson, tratta la materia da pivellino, con sballonzolamenti continui e senso di nauesea perenne.  Nemmeno il finale, che vorrebbe ricalcare "Carrie" ha la potenza visiva ed emotiva per risollevare il film che, per fortuna, è di breve durata.
Ma probabilmente l'ho sopravvalutato. Probabilmente "Chronicle" non voleva essere altro che un divertimento sbracato e senza troppi pensieri, un filmetto per adolescenti (pare sia diventato infatti una sorta di cult), puro intrattenimento fine a se stesso...peccato che, a mio parere, non funzioni nemmeno in quel senso. Ma bisognerebbe sentire il punto di vista di qualcuno più giovane. Chi volesse smentirmi, si senta pure libero di farlo.

Commenti

  1. Ho sempre dato per scontato che fosse come dici tu, quindi non mi sono mai preso l'impegno di vederlo. A quanto pare ho fatto bene.

    RispondiElimina
  2. Una cagata di proporzioni galattiche.Arrestateli tutti :)

    RispondiElimina
  3. L'hai massacrato: io invece l'avevo trovato interessante, con buoni effetti ed un sottotesto in stile Akira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Akira non l'ho visto quindi non mi pronuncio. Qui pero' di interessante ci ho visto proprio poco..

      Elimina
  4. Omonero dice:
    Stessa cosa che ho pensato anche io vedendolo a suo tempo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo non fosse piaciuto solo a me...:-)

      Elimina
  5. Questo film mi ha fatto sentire vecchia proprio perché rivolto ai più ggiovani che ancora trovano interessati certe cag**, ahm volevo dire bizzarrerie..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che la pensiam allo stesso modo!!

      Elimina
  6. L'avete massacrato: io l'ho trovato interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse sei piu' giovane e lo hai percepito diversamente.

      Elimina
  7. Non piacque neanche a me. Mi era sembrato inoltre molto debitore di quel capolavorone di Akira, quindi avevo storto il naso ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei gia' il secondo che accenna ad Akira...dovro' assolutamente recuperarlo!

      Elimina
  8. Io invece all'epoca lo gradii assai. Almeno qui aveva un senso che la MDP avesse delle inquadrature così interessanti, nonostante fosse sorretta manualmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, questo non mi è piaciuto proprio...

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…