Passa ai contenuti principali

WOULD YOU RATHER?


Regia: David Guy Levy
Interpreti: Brittany Snow, Jeffrey Combs

Trama: orfana di entrambi i genitori, Iris è stata costretta a lasciare la scuola per occuparsi del fratello minore, gravemente malato di leucemia. Sola, senza lavoro, risulta difficile far quadrare i conti, e le cure sono costosissime. Un giorno, il dottore che ha in cura il fratello, la mette in contatto con Shep Lambrick, eccentrico miliardario. Lambrick la invita a partecipare ad un evento che si svolge ogni anno a casa sua. Una cena seguita da un gioco. Il premio, una marea di denaro e la risoluzione di tutti i problemi che affliggono il vincitore. Dopo essere stata respinta all'ennesimo colloquio di lavoro, Iris decide di accettare. Ma, una vola giunta a casa Lambrick, si renderà ben presto conto che, quella a cui partecipa, non è una gara di Trivial....

Non ho ancora ben capito con chi ce la dobbiamo prendere. Se con "Hostel" o con "Saw" ; comunque sia, i due filmacci han dato vita ad una sottospecie di genere cinematografico, o se così si può chiamare, denominato "torture-porn" di cui uno degli ultimi prodotti vorrebbe essere questo "Would you rather?".
Vorrebbe, perchè in "Would you rather?" fondamentalmente, non si vede nulla.
O meglio, si intuisce, attraverso botti, urla e rumori di fondo...quindi, "Would you rather?", a mio avviso, non e' un torture porn e questo potrebbe essere un vantaggio. Finalmente qualcuno che punta ad alzare un pò il livello, e non si accontenta soltanto alla più bieca e bassa macelleria.
Però, se si vuole volare alto, o quanto meno alzarsi dalla fogna  mio caro Steffen Schlachtenhaufen (si, si chiama così....) sceneggiatore del film, una sceneggiatura bisognerebbe almeno scriverla.
Abbiamo otto poveri deficienti riuniti intorno ad un tavolo, pronti a diventare carne da macello. Il solo ed unico personaggio un pochino approfondito è quello interpretato da Brittany Snow. Degli altri non sappiamo nulla, sono poco più di sette figurine stereotipate destinate al sacrificio. Ergo, non riusciamo ad empatizzare con nessuno di loro tranne che, ovviamente, con la povera Iris. Conseguenza, dopo 10 minuti dall'inizio, sappiamo chi sarà il vincitore del gioco e la prevedibilità non fa tanto bene ad un film del genere. Altro piccolo difettuccio, il cattivo, peraltro interpretato da un bravissimo Jeffrey Combs (protagonista di "Re Animator"). E' un pazzoide, eppure a suo modo, con chi vince, è estremamente generoso...perché?Perché si....ok, il cosiddetto "spiegone" spesso annoia, ma conoscere qualcosina di più di un personaggio che poteva essere molto interessante non sarebbe stato male...e poi ferite quasi mortali che si cauterizzano dopo pochi secondi e personaggi con un polmone collassato che corrono come lepri...ok, in fase di sceneggiatura si poteva fare decisamente meglio!
Se a questo aggiungiamo una regia piattissima, si capisce come "Would you rather?", che, di base, poteva avere qualche potenzialità, sia una buona occasione sprecata, gravata oltretutto da interpretazioni, Combs a parte, davvero approssimative (ma con una scrittura del genere, a difesa, va detto che non potevano fare molto...). Si, perché Brittanny Snow sarà pure bellina, ma nei panni della derelitta con falsi scrupoli morali è decisamente poco credibile.
Quindi, "Would you rather?'" è un wannabe film scarsino, di cui non è ancora prevista uscita Italiana tra l'altro, decisamente evitabile sia se si amano i torture porn più biechi sia se si cerca un giallo un pochino più raffinato.
Ah...tra i protagonisti, oddio dice tre battute, c'è Sasha Gray, che ho scoperto esser ex pornostar....che dire...caruccia si...
 

Commenti

  1. In prossima visione.
    Ma sasha gray cosa dice? Mi incuriosisce questo lato... XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poco e nulla...son curiosa di leggere il tuo parere.

      Elimina
  2. A me sembra molto una versione distorta de "La Casa dei Fantasmi" con Vincent Price, con una spolveratina di una delle tante versioni di 10 Piccoli Indiani (scegli tu quale); ce l'avevo in archivio, ma a questo punto passo la mano.
    Peccato per Combs (l'attore feticcio di Yuzna), per me è (era?) quasi un mito, ma ultimamente non ne azzecca più una.

    RispondiElimina
  3. Per me lo puoi tranquillamente evitare.Combs fa quello che puo', ma da solo non ce la fa a salvare la baracca.

    RispondiElimina
  4. Beh, ho capito che la pornostar non basta per salvare il film...
    Quindi lo cassiamo definitivamente!

    RispondiElimina
  5. alle prime righe mi avevi quasi invogliato a partire per la ricerca ..ora sono indeciso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, per me è evitabilissimo, come avrai capito.Anche se sarei curiosa di sapere cosa ne pensi...

      Elimina
  6. Sì, il tuo punto di vista è interessante. Come ti ho risposto dalle mie parti, il mio giudizio tutto sommato positivo è dato dall'assenza di certi clichè.
    Sulla predestinazione della protagonista concordo. ^^

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…