Passa ai contenuti principali

LA MADRE


Regia: Andres Muschietti
Interpreti: Jessica Chastain, Nikolaj Coster Waldan, Megan Charpentier, Isabelle Mélisse

Trama: un uomo uccide i suoi due soci,  sua moglie e scappa con le due figlie piccole, rifugiandosi in una casa abbandonata nella foresta. Vorrebbe ucciderle, ma qualcosa lo ferma. Cinque anni dopo le bambine vengono ritrovate dallo zio Lucas, che non aveva mai smesso di cercarle. Cresciute come due selvagge, vengono affidate allo zio ed alla sua ragazza Annabel, che con l'aiuto di uno psichiatra, tenteranno di riportare le due bambine alla normalità. Ma chi si è preso cura di loro per cinque anni non sembra così intenzionato a lasciarle andare.

"Mama" è ispirato ad cortometraggio diretto nel 2008 dallo stesso regista; leggenda vuole che Guillermo del Toro se ne sia letteralmente innamorato ed abbia convinto Muschietti a trasformarlo in un film.
Film che, ammetto, attendevo con parecchia curiosità. 
Invece, come spesso disgraziatamente accade, alla prova della visione, "Mama" si è rivelato una mezza delusione.
Pubblicizzato da alcune parti come horror, in realtà "Mama" è una ghost-story piuttosto noiosa dove gli spaventi sono rari ed abbastanza telefonati (e lo dice una che, al cinema, si terrorizza davvero con poco..). Peccato perché il soggetto, pur non brillando per originalità, speravo potesse avere uno sviluppo decisamente più interessante.
Un paio di note positive però ci sono. Prima di tutto le due bambine. Sarebbe stato facile cadere nel grottesco, invece Megan Charpentier ed Isabelle Mélisse  sono misurate ed estremamente brave. La più piccolina cresciuta nella foresta e senza alcun ricordo della sua "vita" precedente, aveva appena un anno quando il padre le portò via, che non ne vuole sapere di tornare ad una esistenza normale, in alcuni momenti stringe il cuore.

La seconda nota positiva del film è lei Jessica Chastain.
Annabel è l'antitesi della maternità. Lei suona in una rock band, non vuole bambini, ringrazia Dio di non essere incinta, non sa come ci si prende cura di due bambine oltretutto così problematiche. All'inizio non vuole Violet e Lilly, è quasi  gelosa perché le rubano l'affetto di Lucas. E Jessica Chastain è bravissima  a non farne una scombinata un pò alternativa ma a renderla incerta di fronte a qualcosa che le pare troppo grande per lei.
Nonostante tre buone interpreti ed una confezione di tutto rispetto, la tensione è molto bassa, ed anche lo spettro chiamato "Mama", forse mostrato addirittura troppo, fa quasi più tenerezza che paura, in fondo vuole soltanto proteggere quelle che considera come sue figlie. In pratica, quindi, "Mama" è tutto qui, nello scontro tra due madri, forse un pò improbabili, ed ha un finale che cade nel melodrammatico.
Pellicola, e spiace dirlo, che risulta nel complesso evitabile e non aggiunge nulla al genere.


Commenti

  1. Questo non lo guardo. Che tutti i pareri che ho sentito sono simili al tuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. passa,passa che tanto non ti perdi nulla.

      Elimina
  2. Anche questa una delusione? Del Toro non azzecca un film quando si tratta di produrli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su gli altri non so nulla. Ma questo mi e' sembrato una occasione un po' sprecata

      Elimina
  3. non sapevo nemmeno dell'esistenza di questo film! E Jessica Chastain non ce la vedo proprio in questa tipologia di film (con quel caschetto nero non è lei!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda. Lei e' bravissima anche qui. E nonostante il parruccone e' comunque bella!

      Elimina
  4. Concordo in pieno. Un filmetto con poche idee e totalmente privo di tensione: non fosse stato per il tema della maternità e la Chastain l'avrei massacrato molto più di quanto non farò. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un vero peccato, perche' mi aspettavo qualcosa di meglio.

      Elimina
  5. Non ricordavo l'apparire di questa pellicola...
    Grazie mia cara dell'informazione , anche se la cosa non sembra essere del tutto positiva....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uscira' qui da noi tra un paio di settimane credo, io l'ho vista in lingua originale...ma in giro credimi c'e' molto di meglio!

      Elimina
  6. questo film lo vedrò, vediamo se mi piacerà o meno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre curiosa di sapere le tue opinioni!:)

      Elimina
  7. A me invece è piaciuto:) Fosse finito un quarto d'ora prima mi sarebbe piaciuto qualcosa come 100000 volte di più, ma dai, si lascia guardare. Ma io sono una pippa, bastano due cosine carine come quelle due e mi si apre il cuore:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inguardabile non e', certo, ma forse io mi aspettavo troppo. E le due bimbette effettivamente son deliziose.

      Elimina
  8. io alla fine la sufficienza gliela ho data ma sono d'accordo con quanto dici: è un film soprattutto di confezione e di regia, poco originale però, qualche spavento te lo concede...

    RispondiElimina
  9. Boh.. io mi son proprio spaventata poco...

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…