Passa ai contenuti principali

LA 25a ORA


Regia: Spike Lee
Interpreti: Edward Norton, Rosario Dawson, Philip Seymour Hoffman.

Trama: Monty è un pusher. Una soffiata lo condanna a scontare sette anni di galera. Gli restano 24 ore per riconciliarsi con il padre, congedarsi dai suoi amici e dalla fidanzata, ma soprattutto per decidere della sua 25a ora: la prigione, il suicidio  o la fuga.


Lo so, c'è veramente tanto di nuovo da vedere e da recuperare, ma quando incappi in opere di questo tipo non puoi fare finta di niente, tanto più che il marito non lo aveva mai visto ed io ne conservavo un ricordo non troppo nitido; così l'ho rivisto più che volentieri.
Ma io, di film di questo genere, faccio un pochino fatica a parlare.
Perchè nel caso de "La 25a ora",si va oltre il capolavoro, si va vicino alla perfezione.
Perchè Spike Lee qui arriva al suo culmine, alla sua opera forse più bella e matura.
Perchè la New York ferita del dopo 11 settembre è un quadro, fotografato magnificamente, fatto di malinconia e dolore dentro cui si muovono i protagonisti.
Perchè la musica è stupenda.
Perchè ha uno dei finali più struggenti che mi sia mai capitato di vedere al cinema.
Perchè è scritto benissimo, ed il monologo dello specchio è entrato, giustamente, nella storia del cinema.
Perchè Edward Norton, accidenti a lui, non è mai più stato così bravo...
Ma che ve lo dico a fare???
 


In c**o alle signore dell'Upper East Side con i loro foulard di Hermès e i loro carciofi di Balducci da cinquanta dollari, con le loro facce pompate di silicone, laccate e liftate... non riuscite a ingannare nessuno, vecchie befane! In c**o ai negri di Harlem, non passano mai la palla, non vogliono giocare in difesa, fanno cinque passi per arrivare sotto canestro, poi si girano e danno la colpa al razzismo dei bianchi! La schiavitù è finita 137 anni fa! E muovete le chiappe! È ora! In c**o ai poliziotti corrotti che impalano i poveri cristi e li trivellano con quarantuno proiettili, nascosti dietro al loro muro di omertà. Avete tradito la nostra fiducia. In c**o ai preti che mettono le mani nei pantaloni dei bambini innocenti. In c**o alla Chiesa che li protegge, non liberandoci dal male. E, dato che ci siamo, ci metto anche Gesù Cristo. Se l'è cavata con poco: un giorno sulla croce, un week-end all'inferno e poi gli alleluja degli angeli per il resto dell'eternità... provi a passare sette anni nel carcere di Otisville! In c**o a Osama Bin Laden, ad Al Qaeda e a quei cavernicoli retrogradi dei fondamentalisti di tutto il mondo. In nome delle migliaia di innocenti assassinati vi auguro di passare il resto dell'eternità con le vostre settantadue puttane ad arrostire a fuoco lento all'inferno, stronzi cammellieri con l'asciugamano in testa! Baciate le mie nobili palle irlandesi! In c**o a Jackob Elinsky, lamentoso e scontento. In c**o a Francis Slaughtery, il mio migliore amico, che mi giudica con gli occhi incollati sulle chiappe della mia ragazza. In c**o a Naturelle Riviera, le ho dato la mia fiducia e mi ha pugnalato alla schiena, mi ha venduto alla polizia, maledetta puttana! In c**o a mio padre con il suo insanabile dolore, che beve acqua minerale dietro al banco del suo bar, vendendo whiskey ai pompieri e inneggiando ai Bronx Bombers. In c**o a questa città e a chi ci abita, dalle casette a schiera di Astoria, agli attici di Park Avenue, dalle case popolari del Bronx ai loft di Soho, dai palazzoni di Alphabet City alle case di pietra di Park Slop e a quelle a due piani di Staten Island... Che un terremoto la faccia crollare, che gli incendi la distruggano, che bruci fino a diventare cenere, che le acque si sollevino e che sommergano questa fogna infestata dai topi, no, no... In c**o a te Montgomery Brogan, avevi tutto e l'hai buttato via, brutto testa di ca**o!

Commenti

  1. Peccato che - come Norton - anche Spike Lee, dopo, non sia mai più stato così bravo...
    Comunque questo è un gran film. D'accordo anche stavolta. ;)

    RispondiElimina
  2. Filmone incredibile. Il pestaggio Norton/Pepper è pazzesco, come le scene in discoteca.
    Ma secondo me Lee ha fatto anche meglio con Inside man.
    Comunque, grandissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inside Man e' stupendo. Ma questo per me rimane il migliore

      Elimina
  3. Film fantastico.
    Mi ricordo che al tempo pensai: beh adesso Edward è proprio il numero uno.
    Dopo dieci anni invece ci sorprendiamo per una sua buona interpretazione da non protagonista in Moonrise Kingdom. Che peccato.

    RispondiElimina
  4. Siccome Lee mi sta cordialmente sulle scatole questo è l'unico suo film che ho avuto voglia di vedere, soprattutto per Edward Norton.
    E non me ne sono mai pentita, la 25sima ora è davvero un filmone!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un film che, per me, va oltre..davvero meraviglioso!

      Elimina
  5. Grandissimo il monologo:) bel film, anche io però preferisco leggermente Inside man...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande film anche quello si...che a questo punto dovrei rivedere!!

      Elimina
  6. Anche io dovrei rivederlo... mi accodo agli altri dicendo "grandissimo Inside Man".

    RispondiElimina
  7. Nonostante non sia vero, per me il migliore di Lee

    RispondiElimina
  8. A me era piaciuto parecchio..l'ho visto un paio di volte..
    Buona serata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo avevo visto tanto tempo fa.Rivisto ora mi e' parso ancora piu' bello.

      Elimina
  9. Veramente molto molto bello. E se lo dice uno come me, che odia Spike Lee a prescindere, allora vuol dire molto.

    RispondiElimina
  10. Ah, stupendo... il monologo ti entra dentro al punto che appena finito vorresti rivedertelo. Un peccato vederlo al cinema che non c'è il Rewind. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione!E' di una intensita' incredibile.

      Elimina
  11. Dopo Inside Man in ordine di bombe Spikeleeiane, ci piazzo questo! un film che spacca alla grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo piazzo addirittura prima, vedi un po' te!!

      Elimina
  12. il monologo è storia del cinema! Questo è uno dei film del mio cuore perchè quanto successo al protagonista è successo anche a me: non sono andato in galera, tranquilli ma sono dovuto partire per il militare all'improvviso in maniera del tutto inaspettata e mi sono ritrovato a dover organizzare tutta la mia vita in una settimana in previsione di un anno di assenza...sensazione bruttissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, non deve essere stata una bella sensazione...

      Elimina
  13. Sicuramente tra i top film della vita!

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…