UN SOLE CALDO ED ASSASSINO - Peter Buwalda




Peccato.
Davvero un peccato.
Va bene, dopo aver trascorso una buona parte del tuo (poco) libero leggendo di un certo Harry Hole e' normale diventare piuttosto esigenti, e non e' facile imbattersi in qualcosa alla sua altezza.

Ma su questo ci contavo, ed anche molto.
Mi aveva ispirato fin da subito, a partire dal titolo abbastanza suggestivo per continuare con una trama tra il thriller ed il dramma familiare che sembrava davvero molto intrigante.Quindi grandi promesse, ma spesso, ormai dovrei saperlo, in libreria come al cinema le grosse aspettative nascondono spesso altrettanto imponenti delusioni.
Ed "un sole caldo ed assassino" non rappresenta una eccezione. Certo, scritto male non e'. L'idea del doppio piano temporale, nonche' quella delle diverse prospettive dei vari personaggi poteva essere l'ideale per raccontare una vicenda di questo tipo.Purtroppp tutto presto degenera in un pasticciaccio prolisso dal vago sapore di soap.
Ed alla fine non resta nulla, se non un fatidioso senso di noia e la vaga idea che il tuo tempo libero possa essere sprecato molto meglio.



Commenti

  1. non che avessi sentito parlare del libro.
    ma tu me l'hai proprio "ammazzato"...

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

SANTA CLARITA DIET

RING 3

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL