Passa ai contenuti principali

THE DAY


Regia: Douglas Aamiokosky
Interpreti: Ashley Bell, Shawn Ashmore , Dominic Monaghan, Shannyn Sossamon

Trama: il mondo come lo conosciamo non esiste più da tempo. 5 sopravvissuti trovano una casa abbandonata, uno di loro è ammalato di polmonite e ne approfittano per riposare un pò. La casa è però nel territorio di una feroce banda di cannibali. Quando scatterà la trappola ai 5 non resterà che barricarsi in casa, e combattere per non essere mangiati.

Una delle cose più piacevoli da quando ho iniziato a scribacchiare su questo mio blog-notes, è la scoperta, leggendo blog di persone ben più preparati in materia della sottoscritta (ed in questo caso debbo ringraziare tra gli altri Eddy Lucia, Bradipo e Frank) di film davvero interessanti di cui, attraverso i canali cosiddetti "convenzionali" mai e poi mai avrei avuto notizia. In attesa di trovare l'occasione giusta (o forse dovrei dire il coraggio) di vedere l'ultimo di Don Coscarelli  osannato praticamente ovunque, l'altro giorno sono finalmente riuscita a godermi questo "The Day" di cui avevo letto, nei mesi scorsi, davvero bene.
"The Day" non è un capolavoro, "The Day" è un signor film di genere...ad alcuni non basta??A me si.

Immerso nella fotografia ormai distintiva del cinema post apocalittico, che, per la verità, alla sottoscritta non dispiace per nulla, "The Day" è un film senza fronzoli.
Anzi, se si ha la pazienza di sopportare i primi venti minuti in cui, praticamente, non succede nulla, "The Day" diventa un brutto, sporco e cattivo, ma solidissimo, film. Il mondo come lo conosciamo noi è finito ormai da dieci anni, ma non sappiamo il perché. Ad eccezione di un piccolo flashback che si rivelerà utile per capire le dinamiche tra i protagonisti, Aamiokosky non spiega praticamente nulla. Si "limita" nei già citati primi venti minuti, ad una rapida presentazione dei personaggi, e poi ci spedisce direttamente all'inferno. Mischiando abilmente genere post-apocalittico e film d'assedio, anche a me è venuto in mente "Distretto 13" di un certo John Carpenter, Aamiokosky ci mostra una sequenza ininterrotta di botte, spari e gole squarciate estremamente rappresentativa dello scenario in cui l'umanità è precipitata. La speranza è azzerata, non c'è pietà per nessuno, nemmeno per i bambini (e qui ho un pò vacillato debbo ammetterlo...); o si uccide per non essere uccisi (e mangiati), eppure la morte è una liberazione.
Davvero buono il cast. Dominic Monaghan, il cui personaggio è il solo a parlare di speranza e rinascita, subendo un tremendo colpo, è qui anche produttore insieme a Shawn Ashmore, protagonista di una scena di una durezza incredibile. Ma a brillare sono le signore. Shannyn Sossamon è Shannon, sgradevole, con un forte legame con (parte) del gruppo; mentre Ashley Bell è superba nei panni di Mary, personaggio sfaccettatissimo ed indimenticabile.

Film non certo per anime particolarmente sensibili, ma che merita sicuramente una visione, con un finale crepuscolare davvero atroce.


Commenti

  1. grazie Beatrix per avermi citato assieme ad altri nomi illustri della blogosfera che ammiro anche io. Io ho veramente un piacere enorme quando "scopro" titoli nuovi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati!Ed io vi leggo sempre così scopro film davvero sorprendenti!.

      Elimina
  2. Vuoi saperne una bella? La casa di produzione dietro questo film - che devo ancora vedere - è di proprietà della WWE, madre del mio adorato wrestling. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa non la sapevo! E per quanto riguarda il film guardalo, ne vale davvero la pena.

      Elimina
  3. Sono veramente contento sia piaciuto anche a te. Questi sono piccoli gioielli che andrebbero scoperti. Grazie per avermi citato, tra le altre cose :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bella sorpresa, certo, non consolante, ma bello davvero. Prego!

      Elimina
  4. Ups... grazie per "Persona più preparata"... ma non ci contare troppo ;)
    Felice al massimo che ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preparata si...io leggo, segno e appena posso guardo...
      "The day" merita, senza dubbio!

      Elimina
  5. non è propriamente il mio genere, ma mi hai incuriosita. mando una mail al pusher. :)

    RispondiElimina
  6. Ecco, quei primi venti minuti ingannevoli... L'ho scritto e l'ho letto in tutte le recensioni di questo film. XD
    Superati quelli quasi non si crede a quello che passa sullo schermo, fino alla chiusura spettacolosa (e anche quella inattesa). ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un film che mi ha sorpreso davvero.Scarno, ben realizzato ed interpretato... che ovviamente in Italia non vedremo mai!

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…