LOOPER - THE BOURNE LEGACY Cinema tra le nuvole

I'm back! Prima che si scatenino i " e chissene..." sono doverosi gli auguri tardivi di buon anno. Siccome questo e' un blog che parla, essenzialmente, di cinema, tralascio racconti vacanzieri di cui, francamente, credo importi poco a tutti. Dico soltanto che ci sono volute nove ore e mezza di volo per raggiungere il sole a gennaio, ovvero quello che più per me si avvicina al mio paradiso personale. Un tempo parecchio lungo di immobilità, come trascorrerlo??Cosa fa una mamma appassionata di cinema dopo aver pranzato, cercato di convincere la piccola a dormire e il grande a staccarsi dalla consolle dei videogiochi, in entrambi i casi con scarso risultato???Finalmente si rilassa, e si guarda un paio di film.
La scelta era persino troppo vasta (grazie megacompagniaaerea non italiana), ed alla fine, ho optato per questi due, uno nuovo nuovo, l'altro recuperato dallo scorso anno.

"LOOPER"
Rian Johnson dirige Joseph Gordon Levitt e Bruce Willis entrambi in grandissima forma, in questo thriller fantascientifico dalla trama davvero intrigante.
Nel 2074 il viaggio nel tempo esiste ma è stato messo fuori legge ed è esclusivo appannaggio della mafia che lo usa per liberarsi di individui indesiderati che, una volta catturati, vengono spediti 30 anni nel passato (2044) direttamente nelle mani di un looper, ovvero di un sicario. Joe (Joseph Gordon Levitt) è uno di loro ed un giorno si troverà davanti sè stesso. E' arrivato infatti anche per lui il momento in cui la criminalità organizzata non ha più bisogno dei suoi servizi, quindi Joe dovrà uccidere la sua versione del futuro, "chiudere il loop", e godersi gli ultimi 30 anni di vita senza preoccupazioni. La mafia infatti ricompensa i looper che stanno per essere eliminati con un carico d'oro per godersi senza pensieri ciò che rimane della loro esistenza, fino all'esecuzione da parte della loro "versione passata".
Un pò complicato??Forse. Ma "Looper" parte davvero alla grandissima, offrendoci la visione di un futuro, forse non così improbabile, fatto di crisi economica violenza sociale e dominato dalla criminalità organizzata, dove la droga degli eletti è un allucinogeno che si somministra sotto forma di collirio, una fotografia scura tratteggia benissimo questo scenario disperato, e "Looper" entra di diritto, almeno per la prima mezzora, nei grandi film di fantascienza. Un filino di confusione subentra nella parte centrale, ma il film si riprende lo spettatore con un finale ad alta tensione emotiva e francamente abbastanza inaspettato. Ottima la regia e bravissimi tutti gli interpreti, con menzione speciale ad uno dei bambini più inquietanti visti ultimamente al cinema.
Piccola postilla. L'ho visto in lingua originale. Ammetto che i dialoghi "low voice" (trad. letteralmente biascicati) tra Gordon Levitt e Willis non sono stati di facile comprensione...magari una ulteriore visione doppiata sarà opportuna.

"THE BOURNE LEGACY"
Sfuggito, come molto altro ovviamente, alle visioni dell'anno appena trascorso, mi incuriosiva assai, quindi ho colto l'occasione per recuperarlo.
Si, lo sò, questo (probabile) reboot della saga di Bourne è stato spernacchiato un pò a destra e manca.
Ma a me, lo confesso, nei limiti del genere, non è dispiaciuto per niente.
Sarò diventata poco esigente, ma l'ho trovato adeguatamente tamarro, giustamente action, ottimo per rilassarsi un pò a neuroni zero...ecco, forse un tantinello troppo lungo, fosse durato anche solo una ventina di minuti in meno sarebbe stato meglio.
E Jeremy Renner, che apprezzo dai tempi di "The Hurt Locker" lo trovo adatto al ruolo.
Peccato invece per Edward Norton, qui decisamente spentarello...


Commenti

  1. Sono felice cara amica del trascorrere delle tue vacanze al sole, alla faccia dello stereotipo degli auguri e robe simili....
    Ho visto il trailer di "Looper" e mi ha intrigato subito, poi dopo la tua recensione non lo perderò.
    Meno del tuo parere sono per " the Bourne Legacy", anche perchè non amo i sequel , mi perdo facilmente, delusione massima per Norton , un attore che mi piace molto etc etc ...
    Ma penso anche che spesso le pellicole risentono del tuo umore del momento.
    Non credi?
    Un grosso bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, io scelgo spesso i film a seconda di come mi sento al momento.Ti confermo che "Looper" è da vedere assolutamente.

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

SANTA CLARITA DIET

RING 3

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL