Passa ai contenuti principali

[REC]3 GENESIS





Regia: Paco Plaza
Interpreti: Leticia Dolera, Diego Martin.


Trama: Clara e Koldo sono giovani, belli, ed innamorati. Finalmente è arrivato il loro giorno speciale, organizzato nei minimi dettagli. Ma presto, in questo clima di festa, irromperà l'inferno.


Da appassionata di cinema, ammetto di detestare il mockumentary.
E' un genere (o una moda?) che ha francamente stufato, responsabile di prodotti incredibilmente brutti, nonchè di repentini attacchi di nausea e mal di testa ai danni dei poveri spettatori inermi. Da tutto questo disastro generato dal mockumentary salvo soltanto i "Rec" diretti da Balaguerò e Plaza.
Il primo è una macchina perfetta creata per spaventare a morte, che centra in pieno il bersaglio. Il secondo, abbastanza bistrattato per la verità, pur soffrendo di uno sviluppo della vicenda piuttosto contorto, mi è sembrato comunque un prodotto molto migliore rispetto alle svariate schifezze programmate in sala. Naturale l'attesa per il terzo capitolo.
Balaguerò questa volta lascia la regia al solo Plaza che, dimostrando una notevole dose di intelligenza, lascia perdere le raffinatezze del primo capitolo, ineguagliabili, elimina ogni riferimento ai suoi predecessori anche se qualche veloce rimando al primo film per la verità c'è quando scopriamo che lo zio veterinario è stato morso da un cagnolino che "sembrava morto",  e ci presenta una storia tutta nuova.
Dopo 20 minuti di noia mortale, stiamo assistendo al filmino di nozze perfetto, comincia la mattanza.
Divisi dagli eventi, Clara e Koldo partiranno alla ricerca l'uno dell'altro. Lui, dopo aver fatto a pezzi la telecamera dell'operatore deficiente che vuole riprendere tutto "perché la gente deve sapere", dando così il colpo finale al mockumentary nonché l'inizio ufficiale al film, vestito come San Giorgio lei prima giustamente terrorizzata, poi  con il vestito a pezzi ed una giarrettiera rossa in bella vista, armata di sega elettrica e determinata a fare a pezzi i mostri che le hanno decisamente rovinato il suo giorno speciale.
Strizzando l'occhio ad un Raimi d'annata, Plaza preme l'acceleratore sullo splatter e non lo molla più.
80 minuti di smembramenti, lingue mozzate, teste tagliate, talmente senza freni da lasciare lo spettatore prima abbastanza attonito,  poi piuttosto divertito.

Perché Plaza la butta decisamente sull'autoparodia.
Va detto che Plaza e i suoi attori se la cavano benissimo. Rec3 è ben girato ed ha il ritmo giusto.
Leticia Dolera è fascinosa persino con gli occhi sbarrati dal terrore e coperta di sangue, con la sega elettrica in mano ricorda vagamente le eroine di quei filmacci horror anni '80 che guardavamo in televisione alla sera tardi e ci piacevano tanto. Diego Martin che, perdonatemi vi prego, in alcuni momenti mi ricorda un Colin Firth dall'aria meno intellettuale, è bravo e ci insegna un nuovo modo per utilizzare un frullino.
Ma la pura verità è che Rec3 è così sbracato, eccessivo, slasher ed esagerato, con scene talmente disgustose, terribile quella del garage quando a Clara si incastra la motosega nel corpo di un infetto proprio mentre lo sta tagliando in due che la risata nasce decisamente spontanea. Almeno fino al finale la cui crudeltà, lo ammetto, mi ha piuttosto spiazzata.
Insomma, nulla di clamoroso, ma un buon piccolo film che piacerà sicuramente agli amanti del genere.



Commenti

  1. Il primo mi era piaciuto tantissimo, il secondo molto bene.Penso che guarderò anche il terzo:male non può fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha parecchio divertito, confesso!

      Elimina
  2. Si..credo che lo guarderò :) Grazie !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere è quasi imperdibile!

      Elimina
  3. plaza si è giocato decisamente bene le sue carte ;)

    RispondiElimina
  4. Devo ancora vederlo, mi ero ripromessa di aspettare l'uscita italiana ma, a sti punti... -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupera, pesca nei meandri oscuri, e non te ne pentirai!!

      Elimina
  5. anche a me ha fatto divertire da matti proprio per il suo intento parodistico. Totalmente d'accordo con quello che hai scritto! Ti piazzo nel mio blogroll al posto della tua vecchia incarnazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è proprio divertente. Grazie per il piazzamento nel blogroll

      Elimina
  6. FILM SCHIFOSO, NON HA NIENTE A CHE FARE CON GLI ALTRI DUE, I FILM ANNI 70/80 SONO MIGLIORI

    RispondiElimina
  7. FILM SCHIFOSO, NON HA NIENTE A CHE FARE CON GLI ALTRI DUE, I FILM ANNI 70/80 SONO MIGLIORI

    RispondiElimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

RING 3


 Regia: F.Javier Gutierrez
Mai stata una grande fan di Samara Morgan lo confesso. Sarà che ho visto soltanto i remake americani ma nell'orrenda bambina dai capelli spettinati ci ho sempre trovato ben poco di spaventoso. Durante il primo film, visto al cinema incinta di qualche mese ho dormito una buona mezz'ora, il secondo so di averlo visto ma l'ho praticamente rimosso. E allora perché questo terzo capitolo è finito tra le scarse visioni dell'anno?Diciamo che rientra nella pedagogica ricerca di "film non troppo impegnati"; il momento non è certo da visioni troppo complesse e un bell'horror ci sta sempre bene. Un horror che, possibilmente, spaventi pure. Ma cerchiamo, per quanto possibile, di andare con ordine. Lo ammetto, la prima sequenza mi aveva fatto ben sperare. Oddio, nulla di clamoroso certo, pareva di stare in un episodio di "Final Destination" ma si sa, i casini su gli aerei da queste parti piacciono sempre, quindi pensavo mi sarei…

SANTA CLARITA DIET

Interrompo la più moscia marcia di avvicinamento agli Oscar che blogger cinefilo ricordi per parlarvi di una splendida sorpresa televisiva che arriva, guarda un pò, da Netflix.

Sheila e Joel Hammond sono due agenti immobiliari. Insieme dai tempi del liceo hanno una figlia adolescente, Abby.Un giorno, mentre stanno mostrando una casa a dei clienti Sheila, a volere usare un eufemismo, vomita  un'enorme quantità di roba verdastra nonché una palla rossa, e poi collassa a terra. Quando si risveglia è molto più sicura di sè, forte e dotata di grande energia (in ogni campo...).Peccato per gli effetti collaterali: non le batte il cuore, non sente dolore, se si ferisce al posto del sangue esce una specie di catrame verdastro e, soprattutto, si nutre esclusivamente di carne cruda: pollo, tacchino, manzo....almeno fino a quando non assaggia la carne umana..

Diciamo la verità, la vita a due più passa il tempo più è complicata: il lavoro, il mutuo sulla casa (i vicini impiccioni), una figlia a…

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL

"Animali notturni" è, forse, insieme a Scorsese, il grande escluso di questi Oscar 2017. Lo ammetto, mi aspettavo se non una candidatura per il miglior film almeno la nominations a Ford e alla Adams; invece a correre per la statuetta come miglior attore non protagonista sarà soltanto il bravissimo Michael Shannon. Dovete sapere che ho un debole per Tom Ford. Non posso certo permettermi le sue creazioni, un miliardo di anni fa osai l'acquisto di un suo profumo che mi costò quasi la metà di uno dei miei primi, sudatissimi stipendi di neofita al mondo del lavoro; ma mi piace un sacco quello che fa. C'é eleganza nel suo lavoro, sia nella moda sia nel cinema. C'era nel suo sorprendente debutto, "A single man", dove raccontava il dolore impossibile da superare di uno struggente e bravissimo Colin Firth. Abbiamo aspettato quasi 10 anni per la sua seconda opera.E ne è valsa la pena.
Cosa succede quando spezziamo il cuore a qualcuno? Cosa succede quando chi amia…