50 ANNI DI BOND AL CINEMA: 007 - LICENZA DI UCCIDERE



Regia: Terence Young
Interpreti: Sean Connery; Ursula Andress.

Trama: L'agente 007 combatte contro il dottor No che ha deciso di sabotare il programma spaziale americano.

Nel cuore di ogni  cinefilo ci sono almeno un paio di film responsabili della nascita di questa passione. Per quanto mi riguarda, senza dubbio uno di questi è "007 - Licenza di uccidere". 
Era il 5 ottobre 1962 ( in Italia sarebbe arrivato il  6 febbraio 1963) quando debuttava al cinema quella che sarebbe diventata, ovviamente una trentina di anni più tardi, la spia più amata dalla sottoscritta.
Quando ho visto per la prima volta "Licenza di uccidere"io, moderna ventenne (praticamente un secolo fa quindi),  l'ho trovato  incredibilmente fighissimo (si, allora si diceva così...). Giuro, è stato amore a prima vista, per Sean Connery, che ritengo affascinantissimo anche oggi nonostante abbia l'età di mio padre, e per Bond e le sue avventure, icona indelebile di un genere che non conosce noia.

Perchè diciamo la verità, nonostante l'avvento di Ethan Hunt e Jason Bourne, è Bond, grazie soprattutto ad un soprendente restyling ad opera di Daniel Craig, l'agente segreto per antonomasia, dotato di un appeal inarrivabile. Così, prima di godermi al cinema l'attesissimo "Skyfall" che grazie a Sam Mendes alla regia promette veramente grosse cose, sto gustandomi sui canali Sky il regalo per gli appassionati, tutto Bond nello splendore dell'HD.
Che dire di questo "Licenza di uccidere"??Certo, 50 anni e miglioni di effetti speciali dopo si fanno sentire, ma è un classico, sempre e comunque.Quindi i classici non si toccano.
Quando Connery al casinò si accende la sigaretta, alza il sopracciglia e pronuncia la fatidica frase "mi chiamo Bond, James Bond" si capisce che non c'è gara. Nonostante Craig lo marchi stretto con il suo Bond rabbioso e fascinosissimo, Connery resta sempre il migliore, per non parlare di Ursula Andress che esce dall'oceano in bikini bianco, una immagine ormai entrata nel mito, imitata da tante tra cui Halle  Barry ne "La morte può attendere", ma decisamente ancora ineguagliata.

Ma Bond è stato interpretato da tanti, dovessi stilare una classifica personale, partendo dal peggiore, direi:
6)George Lazenby: non pervenuto, è stato Bond solo per un film che non ho mai visto, ma mi è sempre parso così poco affine al personaggio che non ho mai maturato particolare curiosità per la sua interpretazione.
5)Timothy Dalton: troppo serioso, dotato di poca autoironia, poco affascinante, inadatto per essere Bond.
4)Roger Moore: forse il più barocco, esagerato, fantascientifico. I suoi gadget non sarebbero dispiaciuti a Batman.
3) Pierce Brosnam: ironico, affascinante, divertente, paraculo al punto giusto.
2)Daniel Craig: una vera sorpresa. Quando tutti gli appassionati erano pronti a crocifiggerlo, lui ci ha regalato un Bond cupo, rabbioso, moderno, determinato, bellissimo. Fantastico.
1) Sean Connery: come già detto, lui non ha interpretato Bond, lui è stato Bond. E soprattutto non è rimasto prigioniero del personaggio, regalandoci, negli anni, interpretazioni indimenticabili.



Commenti

  1. 007 è 007..io, personalmente, sono d'accordo con la tua classifica..anche io ho pensato che Daniel Craig sia stato una vera sorpresa, e poi, quant'è figo..uno dei pochi biondi che mi piacciono ;)

    RispondiElimina
  2. Rischiando di attirarmi antipatie un po' da ogni dove devo dire che i Bond moderni di Daniel Craig sono quelli che mi hanno divertito di più. Attore in parte alla grande, la giusta dose action e ritmi serrati. Ottimi blockbuster.

    Connery è l'eleganza in persona, il miglior Bond possibile da cementificare nell'immaginario collettivo. I film dove era protagonista soffrivano però di una certa lungaggine nello sviluppo, li trovavo un tantino più legnosi.

    Dalton e Brosnan parecchio sotto. Purtroppo non ho mai visto gli episodi con Moore protagonista e me ne dolgo, ho l'impressione che l'attore potrebbe dirmi qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente Craig diverte molto. I film di Connery sono figli del loro tempo, ma a me continuano a piacere tantissimo.
      Secondo me quelli con Moore puoi pure lasciarli perdere, troppo esagerati.

      Elimina
  3. Sai che non ho mai visto un film di Bond? Però Craig mi gusta tanto, anche come 007...:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardali, ne vale la pena.
      Beh..Craig è indubbiamente affascinantissimo...:)

      Elimina
  4. di 007 ho visto solo casinò royale con Daniel Craig, mi sa che li recupero tutti, così tanto per curiosità ^_^

    RispondiElimina
  5. Mia cara Beatrix, a mio avviso il vero , l'unico indimenticabile Bond , è stato Connery . Gli altri sono stati solo dei cloni più o meno riusciti.
    La salvezza di Craig , è non averlo scimmiottato....
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima. Craig ci ha regalato un Bond più cupo e moderno, capace di "farsi male" fisicamente e moralmente. Per questo rispetto agli altri vince e convince.

      Elimina
  6. Sono d'accordo con la tua classifica; ma volendo giudicare i film dalla qualità dell'intrattenimento oltre che dal fascino del protagonista, direi che, tenendo Lazenby e Dalton per ultimi, la mia classifica è (partendo dal basso) Sean Connery, Pierce Brosnan, Roger Moore, Daniel Craig. Quanto a Connery si becca il quarto posto proprio perchè non è rimasto prigioniero del proprio ruolo, mentre tutti gli altri sì. E loro sono Bond.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teoria interessante.Craig, ho rivisto Casino Royale l'altra sera, ammetto che sta guadagnando terreno, ma Connery rimane il mio preferito.

      Elimina
  7. Connery secondo me è stato il James Bond perfetto e inimitabile. Per quanto riguarda Roger Moore, credo che si dovrebbe considerare il fatto che egli, avendo recitato nel ruolo di Simon Templar, era probabilmente il più accreditato a raccogliere l'eredità di Connery e dell'ottimo Lazenby.
    Timothy Dalton e Pierce Brosnan mi stanno sul cazzo, quindi preferisco non esprimermi su di loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai visto un episodio di Templar, ammetto la pecca. I primi di Moore non erano nemmeno tanto male, soltanto dopo son diventati eccessivi.

      Elimina
  8. Bel post su Bond, interessante il tuo blog. Grazie di essere passata da me

    RispondiElimina
  9. Aaaaargghhh Roger Moore solo quarto??
    Sarà che è il Bond col quale sono cresciuto, ma per me resta lo 007 più riuscito, esagerato, ironico, elegante, meglio equipaggiato di tutta la saga.
    Non lo scambierei mai con Connery (si prendeva troppo sul serio), con Brosnan (arrogante), Dalton (troppo basso) o Craig (troppo Putin). ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noo...per me il top rimane sempre Connery. Su Brosnan e Dalton potrei essere d'accordo....Craig troppo Putin è stupenda!;)

      Elimina

Posta un commento

Dite pure quello che vi pare..ma con educazione eh??

Post popolari in questo blog

PAURA EH??POLTERGEIST-DEATHGASM-SCHERZI DELLA NATURA-THE SHALLOWS

SANTA CLARITA DIET

ROAD TO OSCARS - ANIMALI NOTTURNI/ARRIVAL